NEWS RECENSIONI

“Ushuaia”, il reggae tra sacro e profano degli España Circo Este

A due anni di distanza da “Machu Picchu”, gli España Circo Este tornano con “Ushuaia”. I quattro giovani italiani tornano con il loro sound dal carattere circense capace di mescolare sacro e profano al reggae.

Spaziando per le otto tracce che compongono il nuovo disco gli España Circo Este riescono ad esprimere tutta l’incisività sonora che da sempre li caratterizza alternando le giuste armonie del mondo del sud dipingendo così un vero e proprio scenario artistico-musicale.

I ritmi calzanti si alternano con il pop e le ballate generazionali che sono sempre più in fase di evoluzione. L’album, seppur presenti poche tracce, riesce ad essere piuttosto complesso e si inserisce in un contesto che, in qualche modo, rappresenta una chiave di lettura per aprirsi a mondi e realtà da esplorare.

“Ushuaia” rappresenta il quarto album in studio degli España Circo Este, attualmente impegnati a portare il loro inimitabile sound in tour lungo lo stivale in questa fase storica di ripresa post-pandemia in cui l’estro creativo sembra avere ampio respiro, soprattutto per dare un’ulteriore spinta al motore dell’industria musicale.

La tracklist di “Ushuaia”

  1. Il levare del cielo e del mare
  2. Amico
  3. Anita feat. Will And The People
  4.  La fine del mondo sei te
  5. Prosecco
  6. Servizio civile estero
  7. Lo sai
  8. Ti difende la mia chitarra