GALLERY Giuseppe Rechichi LIVE REPORT NEWS

Tornano a Milano i White Lies. Opening Giorgieness

 

E’ una sera stranamente fresca e ventilata, un’eccezione nella torrida estate milanese, quella che accoglie i White Lies al Circolo Magnolia di Segrate. Atmosfera rilassata e verde, con grandi alberi a fare da sfondo ad un palco essenziale nelle luci e negli allestimenti. Il pubblico non è particolarmente numeroso ma certamente appare motivato: i fan sono accorsi un po’ da tutto il nord Italia per la serata che rappresenta la seconda tappa italiana del tour 2019 e un gradito ritorno sulla scena milanese, a tre anni di distanza dal live del 2016 al Fabrique.

Lo show è aperto alle 21 da Giorgieness, un progetto musicale dalla matrice marcatamente indie rock della cantautrice e chitarrista valtellinese Giorgia D’Eraclea. Chitarre sgraziate e grintose si accompagnano a testi che lasciano intravedere una certa predilezione per vite sentimentali complesse e sfortunate: il pubblico risponde in modo caloroso a tutte le 8 canzoni presentate, alcune delle quali – ci racconta la cantautrice – hanno esordito proprio sul palco minore del Circolo Magnolia.

Alle 22 è invece il momento dei veri protagonisti della serata: i londinesi White Lies si presentano freschi dalla recente pubblicazione del nuovo album “Five”, il cui primo singolo, “Time to give”, è anche il brano a cui è affidata l’apertura della serata.

I White Lies, abbandonato lo stato di stelle emergenti del firmamento dell’indie rock britannico, rappresentano ora una band dal successo pienamente consolidato. A dieci anni dall’album di debutto, quel “To lose my life” che fece quasi gridare al miracolo con tre singoli di grande impatto radiofonico e di vendite (“Farewell to the fairground”, “Death” e “To lose my life”), lo stile del gruppo si è affinato e conosce ora una maturità che abbraccia pienamente alcuni elementi stilistici del synth pop mescolandoli ad ispirazioni dark wave.

I live dei White Lies, agli occhi ma soprattutto alle orecchie di chi scrive, hanno però purtroppo sempre qualcosa in meno rispetto agli album in studio. La voce di Harry Mc Veigh conquista con un timbro originale ma sembra messa a dura prova dai brani che richiedono tonalità alte e gli arrangiamenti sono per lo più ridotti all’essenziale.

La scaletta della serata milanese attinge in modo equilibrato a tutti gli album della band, a partire dal già citato “To lose my life” da cui sono tratti alcuni dei pezzi più “caldi”, riservati per la parte finale del live e unici a conoscere qualche variazione nell’esecuzione. Interessante è in particolare “Death”, forse il pezzo più apprezzato nei live, che viene presentato stravolto nelle ritmiche.

Dal nuovo album “Five”, invece, sono tratti “Time to give”, “Kick me”, “Fire and wings” e la (ormai) più che nota “Tokyo”. Fa piacere notare, inoltre, la presenza – che ci si augura possa diventare stabile – di diversi pezzi tratti dal penultimo lavoro della band, “Friends”, album all’interno del quale vengono esplorate sonorità anni ’80 maggiormente pop con ottimi risultati (“Take it out on me”, “Hold back your love”, “Is my love enough”).

L’ora e mezza abbondante di show scorre rapidamente ed è sostenuta da una scaletta di tutto rispetto a cui, come dicevamo, non sono sempre corrisposte esecuzioni di pari livello; lo spettacolo, tuttavia, sembra lasciare il pubblico soddisfatto. I White Lies rappresentano una realtà dall’indubbio talento e che vale la pena di seguire attentamente; ci auguriamo che, accanto alla voglia di raffinare e perfezionare il proprio stile in studio, si accompagni anche il desiderio di arricchire i live con maggiori sperimentazioni per stupire quella base di fan che, ne siamo certi, continuerà a crescere nei prossimi anni.

Clare Euterpe | Foto: Giuseppe Rechichi

Setlist

1) Time to give
2) Farewell to the fairground
3) There goes our love again
4) Is my love enough
5) Hold back your love
6) Getting even
7) Unfinished business
8) Jo?
9) Don’t want to feel it all
10) Take it out on me
11) Big TV
12) Kick me
13) Death
14) Tokyo
15) To lose my life

Encore
16) Fire and wings
17) The price of love
18) Bigger than us