NEWS

Riff di basso da brividi. Ecco i più annoverati che fanno urlare di gioia

Da molti anni – con la rivoluzione che la musica ha subìto nel corso degli anni – anche la valenza degli strumenti di molti artisti è cambiata. È il caso del basso elettrico, quello strumento che “se c’è si sente, se manca si nota”. Strumento che dà una ritmica tutta sua al pezzo in esecuzione, il basso – insieme alla sua fedelissima compagna di avventure, la chitarra – ha lasciato il segno nella storia del rock. Sono stati dunque catalogati alcuni dei riff migliori che, ancora oggi, non passano inosservati ed emozionano come se fosse il primo ascolto.

Si colloca sicuramente al primo posto l’intramontabile riff di Come As You Are, storico singolo dei Nirvana datato 1992 che, nonostante le accuse di plagio da parte dei Killing Joke – gruppo inglese autore di Eighties – riecheggia sempre più nella storia.

Altro noto e famigerato riff riguarda Come Together, evergreen dei Beatles nonché opening track dell’album Abbey Road.

Non può mancare il motivetto dance style di Another One Bites The Dust, eseguito alla perfezione da uno straordinario John Deacon, padre non solo del riff ma del pezzo intero.

Come non menzionare Flea – uno dei maestri più indiscussi dello slap e bassista dei Red Hot Chili Peppers – che con la sua Can’t Stop ha fatto e, ancora oggi, fa ballare migliaia di generazioni. Un pezzo ricco di energia tanto quanto l’album in cui è contenuto, By The Way.

Nel mondo dell’estasi musicale presente anche Money, capolavoro inconfondibile firmato Pink Floyd che – grazie alle doti inimitabili di Roger Waters – riesce a criticare al meglio l’attaccamento morboso al denaro.

Francesco Tusa