NEWS

La Storia del Festival di Sanremo

Il Festival di Sanremo è uno dei più importanti eventi musicali italiani e uno dei più antichi Festival europei. Il Festival è stato fondato nel 1951 e da allora si è svolto ogni anno, con l’eccezione di alcuni anni durante la seconda guerra mondiale.

La prima edizione del Festival di Sanremo si svolse il 29 gennaio 1951 e fu trasmessa in diretta televisiva. Il Festival fu ideato come un modo per promuovere la canzone italiana e per dare una visibilità ai nuovi artisti emergenti. La prima edizione fu subito un successo e divenne un appuntamento fisso per la cultura musicale italiana.

Nel corso dei decenni, la kermesse ha visto molti artisti famosi salire sul palco e molti brani iconici nascere da questo evento.

IL FESTIVAL NEGLI ANNI ’50 e ’60

Negli anni ’50 e ’60, il Festival aveva un’importanza ancora maggiore rispetto ai giorni nostri. Era considerato uno dei più importanti eventi musicali in Europa e veniva trasmesso in molte nazioni, portando la musica italiana a un pubblico internazionale. In questo periodo, tutta l’organizzazione era anche molto diversa da quella che conosciamo noi oggi, con molte regole e restrizioni riguardo ai brani che potevano essere presentati.

Tra i vincitori degli anni ’50 e ’60, troviamo artisti come Nilla Pizzi, Claudio Villa e Domenico Modugno, con la sua canzone “Nel Blu Dipinto Di Blu (Volare)”, che ha trionfato nell’edizione del 1958 e ha avuto un grande successo a livello mondiale. Altri interpreti di quel periodo includono Umberto Bindi con “I Gelsomini della Sera” e Adriano Celentano con “24 Mila Baci”.

Inoltre, negli anni ’50 e ’60 la kermesse ha anche visto la partecipazione di molte star italiane del momento, come Renato Carosone, Fred Buscaglione e Luigi Tenco. Questi artisti hanno portato sul palco la loro musica e la loro personalità, rendendo il Festival un evento ancora più emozionante e importante.

In generale, il Festival di Sanremo negli anni ’50 e ’60 era strutturato in maniera molto diversa, ma è stato un momento fondamentale nella storia della musica italiana e ha contribuito a lanciare molte delle canzoni che ancora oggi ricordiamo e amiamo.

Negli anni di fine ’60 e inizio ’70, la manifestazione acquisì ancora più importanza diventando un punto di riferimento per la scena musicale italiana. Il Festival veniva trasmesso in diretta televisiva e divenne un appuntamento fisso per milioni di spettatori. In questo periodo, la kermesse ospitò alcuni dei più grandi artisti della musica italiana come Lucio Battisti, Mina e molti altri. Mentre fu verso la fine degli anni ’70 che perse il suo appeal, per essere relegato a manifestazione di poco conto, con edizioni non del tutto memorabili.

IL FESTIVAL NEGLI ANNI ’70 e ’80

Dopo questo periodo di crisi degli anni ’70, fu negli anni ’80 che il Festival tornò ad essere uno dei più importanti eventi musicali in Italia, attirando artisti di tutto il paese e attirando l’attenzione dei media nazionali e internazionali. In questo periodo, la manifestazione condotta da Pippo Baudo riprese a riaffermarsi come una delle più grandi manifestazioni musicali del mondo.

Tra i partecipanti al Festival di Sanremo negli anni ’70 e ’80 troviamo alcuni dei più grandi nomi della musica italiana, come Lucio Dalla, con la sua canzone “4 Marzo 1943”. Altri artisti iconici che hanno calcato il palco dell’Ariston in questo periodo sono Alice, Eros Ramazzotti, Riccardo Fogli, Al Bano e Romina Power, Vasco Rossi, Zucchero ed i Ricchi e Poveri.

Inoltre, negli anni ’70 e ’80, il Festival di Sanremo ha anche visto la partecipazione di molte star internazionali, come Julio Iglesias, Demis Roussos e Petula Clark. Questi artisti hanno portato la loro musica e la loro personalità, rendendo la manifestazione ancora più emozionante e variopinta.

In generale, il Festival di Sanremo negli anni ’70 e ’80 è stato un momento fondamentale nella storia della musica italiana, che ha visto la nascita di molte delle canzoni che ancora oggi conosciamo, amiamo e canticchiamo. Ha anche aiutato a creare una nuova generazione di artisti e ha portato la musica italiana a un pubblico internazionale sempre più ampio.

Negli anni ’80 e ’90, la manifestazione continuò a mantenere la sua importanza come evento musicale, ospitando ancora una volta alcuni dei più grandi artisti della musica italiana e continuò a essere trasmessa in diretta televisiva. Tuttavia, in questo periodo dovette affrontare una concorrenza sempre più forte da parte di altri eventi musicali e di altri programmi televisivi.

A partire dal 2000, la formula della manifestazione canora è stata rinnovata e il formato rivisitato per adattarsi alle esigenze del nuovo millennio.

Oggi, il Festival di Sanremo è ancora uno dei più importanti eventi musicali italiani e uno dei più antichi festival europei. Il Festival continua a essere trasmesso in diretta televisiva e a essere seguito da milioni di spettatori in tutta Italia. E continua ad essere un importante veicolo per la promozione dei nuovi artisti emergenti e per la cultura musicale italiana.

In conclusione, la storia del Festival di Sanremo rappresenta sin dalle sue origini la storia della musica e della cultura nazional popolare italiana.

TUTTI I VINCITORI DEL FESTIVAL DI SANREMO

1951 Nilla Pizzi – “Grazie dei fiori”
1952 Nilla Pizzi – “Vola colomba”
1953 Carla Boni, Flo Sandon’s  – “Viale d’autunno”
1954 Giorgio Consolini, Gino Latilla – “Tutte le mamme”
1955 Claudio Villa, Tullio Pane – “Buongiorno tristezza”
1956 Franca Raimondi – “Aprite le finestre”
1957 Claudio Villa, Nunzio Gallo – “Corde della mia chitarra”
1958 Domenico Modugno, Johnny Dorelli – “Nel blu dipinto di blu”
1959 Domenico Modugno, Johnny Dorelli – “Piove (Ciao ciao bambina)”
1960 Tony Dallara, Renato Rascel – “Romantica”
1961 Betty Curtis, Luciano Tajoli – “Al di là”
1962 Domenico Modugno, Claudio Villa – “Addio… addio”
1963 Tony Renis, Emilio Pericoli – “Uno per tutte”
1964 Gigliola Cinquetti, Patricia Carli – “Non ho l’età (Per amarti)”
1965 Bobby Solo, New Christy Minstrels – “Se piangi se ridi”
1966 Domenico Modugno, Gigliola Cinquetti – “Dio come ti amo”
1967 Claudio Villa, Iva Zanicchi – “Non pensare a me”
1968 Sergio Endrigo, Roberto Carlos Braga – “Canzone per te”
1969 Bobby Solo, Iva Zanicchi – “Zingara”
1970 Adriano Celentano, Claudia Mori – “Chi non lavora non fa l’amore”
1971 Nada, Nicola Di Bari – “Il cuore è uno zingaro”
1972 Nicola Di Bari – “I giorni dell’arcobaleno”
1973 Peppino Di Capri – “Un grande amore e niente più”
1974 Iva Zanicchi – “Ciao cara come stai?”
1975 Gilda – “Ragazza del Sud”
1976 Peppino Di Capri – “Non lo faccio più”
1977 Homo Sapiens – “Bella da morire”
1978 Matia Bazar – “…e dirsi ciao!”
1979 Mino Vergnaghi – “Amare”
1980 Toto Cutugno – “Solo noi”
1981 Alice – “Per Elisa”
1982 Riccardo Fogli – “Storie di tutti i giorni”
1983 Tiziana Rivale – “Sarà quel che sarà”
1984 Al Bano, Romina Power – “Ci sarà”
1985 Ricchi e Poveri – “Se m’innamoro”
1986 Eros Ramazzotti – “Adesso tu”
1987 Gianni Morandi, Enrico Ruggeri, Umberto Tozzi – “Si può dare di più”
1988 Massimo Ranieri – “Perdere l’amore”
1989 Anna Oxa, Fausto Leali – “Ti lascerò”
1990 Pooh – “Uomini soli”
1991 Riccardo Cocciante – “Se stiamo insieme”
1992 Luca Barbarossa – “Portami a ballare”
1993 Enrico Ruggeri – “Mistero”
1994 Aleandro Baldi – “Passerà”
1995 Giorgia – “Come saprei”
1996 Ron, Tosca – “Vorrei incontrarti fra cent’anni”
1997 Jalisse – “Fiumi di parole”
1998 Annalisa Minetti – “Senza te o con te”
1999 Anna Oxa – “Senza pietà”
2000 Avion Travel – “Sentimento”
2001 Elisa – “Luce (Tramonti a nord est)”
2002 Matia Bazar – “Messaggio d’amore”
2003 Alexia – “Per dire di no”
2004 Marco Masini – “L’uomo volante”
2005 Francesco Renga – “Angelo”
2006 Povia – “Vorrei avere il becco”
2007 Simone Cristicchi – “Ti regalerò una rosa”
2008 Giò Di Tonno, Lola Ponce – “Colpo di fulmine”
2009 Marco Carta – “La forza mia”
2010 Valerio Scanu – “Per tutte le volte che…”
2011 Roberto Vecchioni – “Chiamami ancora amore”
2012 Emma – “Non è l’inferno”
2013 Marco Mengoni – “L’Essenziale”
2014 Arisa – “Controvento”
2015 Il Volo – “Grande amore”
2016 Stadio – “Un giorno mi dirai”
2017 Francesco Gabbani – “Occidentali’s Karma”
2018 Ermal Meta e Fabrizio Moro – “Non mi avete fatto niente”
2019 Mahmood “Soldi”
2020 Diodato – “Fai rumore”
2021 Maneskin – “Zitti e buoni”
2022 Mahmood e Blanco – “Brividi”
2023 Marco Mengoni – “Due Vite”