Generation NEWS

Il talento di Cristian Albani in ‘Desperate (For Purpose)’

Nella storia della musica e della letteratura sono stati tanti gli autori che hanno potuto concretizzare i propri pensieri e sentimenti più intimi, al punto di riuscire ad assottigliare sempre di più la barriera tra di essi e l’ascoltatore/lettore e facendo sì che quest’ultimo potesse immedesimarsi in quello che scrivevano.

Proprio con questo obiettivo riemerge in ogni generazione successiva di artisti il desiderio di comunicare con efficacia contenuti personali, basati su esperienze dalle quali si è segnati.

Cristian Albani nasce a Cesena nel 1996, ed è proprio dall’espressività intima e sincera che rimane ammaliato, al punto di voler cimentarsi in prima persona nel mettere in musica i propri trascorsi, punti di vista e sfoghi emotivi.

Per la stesura dei testi Franco Battiato è un riferimento fondamentale, oltre ad altre influenze letterarie come Alda Merini, Pier Paolo Pasolini e Leonard Cohen; Beirut e Bon Iver ne influenzano invece l’intenzione sonora, mentre l’analisi della vita quotidiana e le sue suggestioni diventa il contenuto dei suoi brani. Albani compone le sue canzoni sempre nella loro interezza, cercando di analizzare nei testi una sfera emotiva e personale che, privata della musica, sarebbe difficile da trasmettere così a fondo.

Nella sua nativa riviera romagnola studia pianoforte e canto moderno, oltre ad approfondire lo studio della lingua inglese, centrale nella musica internazionale. L’attrattiva per quest’ultima lo porta a Londra per due anni, dove sarà fondamentale nella sua formazione l’esperienza presso il BIMM Institute di Londra.

Attualmente studia Musica applicata al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna e, nel tempo libero, si dedica anche all’insegnamento linguistico.

In agosto 2018 esce il suo primo singolo interamente indipendente, ‘Archimede’, nel quale Albani narra di “una storia d’amore impossibile tra creature di mondi diversi”, una metafora che esplora le difficoltà dei rapporti umani e dell’espressione dei nostri sentimenti.

Nel nuovo pezzo ‘Desperate (For Purpose)’ riprende la stessa linea di riflessione, scavando però ancora di più in sé stesso e parlando delle sue ansie e delle sue ombre interiori, confrontate a viso aperto.

Questo singolo diversamente dal precedente è in lingua anglosassone, ed utilizza una struttura pop accattivante pur trattando tematiche intime.

Albani co-produce il brano con un team di management e produzione giovane e tutto romagnolo, affidando il mastering allo studio “La Maestà” di Giovanni Versari (Muse, Fabi, Battiato ed altri).

Il sound della canzone è molto vicino, stilisticamente, agli ultimi Bon Iver, ad Agnes Obel, a Jack Garratt, ricadendo in generale nel filone dell’indie-folk elettronico, purtroppo ben poco presente nel mainstream italiano.

Il pianoforte, come in ‘Archimede’, rimane la colonna portante del brano assieme alla sua voce elegante; la tavolozza sonora è arricchita dalla presenza di cori, synth, beat e chitarre reverberate, che espandono lo spazio espressivo dell’arrangiamento.

In definitiva, le canzoni di Albani sono una risposta caparbia alle sfide emotive della vita, verso le quali cerca un riscatto. I temi dell’irraggiungibilità e dell’insufficienza sono frequenti, affrontati però con la determinazione di volerne superare i limiti.

“Faccio in modo che la mia musica sia un messaggio di speranza, empatia e di incoraggiamento per i miei ascoltatori, che mi piacerebbe portare ad esplorare l’interiorità sia dell’artista, Albani, sia della persona che ci sta dietro, Cristian, e magari un po’ più anche quella di loro stessi.”