HYPE & STYLE NEWS

Freddie Mercury, un’anima resa immortale dalle parole della madre Jer

Come recita un vecchio modo di dire napoletano, “i figli… so’ pezzi ‘e core”, frase che può avere effetti devastanti se a lasciarla trapelare sono le povere madri che hanno perso i loro di figli, proprio come ha fatto la madre di Freddie Mercury, storica voce dei Queen, stroncato dall’AIDS il 24 novembre 1991. La donna, deceduta anche lei nel 2016, ha commemorato il ricordo del figlio manifestandone l’amore anche dopo la morte dello stesso.

Nonostante il duro rapporto che Freddie ha avuto con la famiglia, a partire dalla questione del nome che da Farrokh è diventato appunto Freddie, fino alla completa dedizione alla musica, contro la volontà del padre che avrebbe voluto una formazione ben diversa del figlio, il ricordo di questa grande anima, umile dal punto di vista umano, stravagante da quello musicale, che ha segnato il panorama del rock, di certo non si è spento e vive ancora ora anche in mezzo ai fan della “Regina”.

Sono proprio le parole della madre Jer, pronunciate a seguito della morte del figlio, a tenere ancora vivo il suo ricordo: “È stato un giorno molto triste quando è morto nel novembre 1991, ma secondo la nostra religione, quando arriva quel momento, non si può cambiare e va accettato. [Freddie] doveva andare, nessuna madre vorrebbe vedere morire il proprio figlio ma, allo stesso tempo, ha fatto di più per il mondo nella sua breve vita di quanto molte persone potrebbero fare in 100 anni. Sento che Freddie è ancora e sempre con me, è amato in tutto il mondo ma nessuno lo ama quanto sua madre”.

Francesco Tusa