INTERVISTE NEWS Summer Contest 2019

ESMA: I registi sotto la pioggia [INTERVISTA]

Abbiamo intervistato ESMA, tra i 5 finalisti del SUMMER CONTEST 2019 di Qube Music. Abbiamo parlato con lui di “I registi sotto la pioggia”, il video con il quale concorre… Scopriamo cosa ci ha detto:

 

– Chi è Enrico Esma? E come nasce l’artista ESMA?

Enrico Esma è un cantautore, un Busker appassionato ed anche un coltivatore di Canapa per CBD, oltre che un instancabile ricercatore della super coscienza.

– I registi sotto la pioggia, un video professionalmente impeccabile ed una canzone molto bella e suggestiva. Un mix perfetto con tanto mestiere sotto… Quanto è difficile poter realizzare un prodotto di così alta qualità per un artista indipendente?

È effettivamente un grande sacrificio. Partendo dalla scrittura del brano per giungere al videoclip nel mezzo ci sono tante difficoltà, esborsi energetici ed economici. Ma è una spinta che viene da dentro, un po’ come naturalmente, ma con travaglio, si dà alla luce un bimbo. Con la stessa cura e con lo stesso Amore è nata “I registi sotto la pioggia”.

– Quale musica ti ha ispirato nella tua formazione, e come evolve la tua crescita? Hai dei punti di riferimento?

Sicuramente Battisti, Dalla, Jim Morrison, Nick Cave e David Bowie sono i miei riferimenti ed idoli. Suonando in strada spesso incontro i musicisti per i miei album così, come doni sul cammino e con loro incontro anche influenze e storie da raccontare.

– Hai aperto i concerti di tanti artisti importanti: Negramaro, Afterhours, Verdena e Francesco De Gregori solo per citarne alcuni. Com’è stato esibirsi su questi palchi?

Emozioni e adrenalina mista a paura… quasi da rimanere in apnea!!!

– Sappiamo che ad un certo punto della tua vita hai deciso di mollare tutto e di prendere un biglietto di sola andata verso l’ignoto… girovagando per il mondo e sostenendoti con il busking. Dove ti ha portato questo lungo viaggio? Cosa hai visto e cosa hai appreso?

Sono partito per l’Australia e poi da lì ho sperimentato il suonare in alcuni paesi asiatici. Un’esperienza meravigliosa e super formativa. Persone e posti che mi hanno cresciuto come uomo e come cantastorie. Consiglio caldamente l’Australia per chi vuole fare musica in strada. È una bomba!

– Cosa dobbiamo aspettarci ora da ESMA? Quali progetti hai in cantiere?

Ho praticamente finito il nuovo album che darà seguito al mio ultimo EP “EP Ending”.

Il titolo l’ho già scelto sarà “Isvara” che in sanscrito significa “il demiurgo creante, l’essere puro amore e consapevolezza, il senso profondo e la causa di ogni cosa in vita”. Sono 11 tracce che potrei definire un incontro fra la poetica alla Capossela ed il sound dei Verdena e di Cosmo. Uscirà quindi nel 2020 e sarà un anno a Tuono!!!