HYPE & STYLE NEWS

Brexit: nuove regole a norma di legge per gli artisti musicali

Secondo quanto decretato dal Ministero degli Affari Interni del Regno Unito, tutte le star della musica di origine diversa da quella britannica dovranno possedere un visto e, di conseguenza, versare una cifra in denaro per potersi esibire in terra inglese. Per quanto concerne gli artisti appartenenti ai paesi esclusi dall’Unione Europea che intendano far visita all’Inghilterra, dovranno possedere un conto con almeno 1000 sterline così da dimostrare di essere economicamente indipendenti e autosufficienti.

La normativa – consultabile sul sito www.gov.uk – prevede inoltre l’esibizione del Tier 5, un visto dal costo di 244 sterline. Dalle dichiarazioni di Deborah Annetts, amministratore delegato della Society of Musicians, ha dichiarato: “Siamo profondamente delusi dal fatto che la libera circolazione di musicisti e altri artisti provenienti dall’UE sia stata esclusa e chiediamo al governo del Regno Unito di riconsiderare la nostra richiesta per un visto biennale ad ingressi multipli”.

Chiaramente emerge la necessità di mantenere alto il ranking della produzione musicale internazionale e di continuare le esibizioni dei musicisti in tour per alimentare ulteriormente il settore, nella speranza di un miglioramento e di uno sviluppo sempre più all’avanguardia.