FREESTYLE Generation News

Torneranno le rockstar maledette? O saranno “musicarelli”?

Un tempo “rockstar” era sinonimo di eccesso: sesso, droga e rock’n’roll… Non poteva esistere rockstar senza una stanza di albergo distrutta o qualche scandalo a corredo del personaggio. La rockstar fondamentalmente se ne fregava di tutto e di tutti.

Poi è giunta l’epoca più soft dei talent, che hanno monopolizzato l’ultimo decennio con artisti pop dal viso pulito. Bravi ragazzi, cristallini… politically correct ed ossequiosi verso chiunque, soprattutto verso il proprio pubblico conquistato LIKE dopo LIKE sui social, ed attraverso attente strategie marketing.

Icone patinate rilanciate attraverso Instagram, con seguaci pronti ad emularne l’outfit… là dove il valore della musica può passare in secondo piano, perché è l’IMMAGINE ciò che conta; è nell’immaginario che il pubblico vuole evadere oggigiorno, alla ricerca di personaggi nei quali identificarsi. Ecco, dunque, spiegato il successo di Levante. Una brava cantante, talentuosa, ma soprattutto un’icona pop vicina all’immaginario dei giovani.

Chi non vorrebbe essere Levante?

Bella, moderna, pienamente calata nell’universo social. Levante è vincente!

Così come vincente è Fabio Rovazzi. Tanto lineare nel suo percorso artistico che, ora, approda al cinema nella più classica commedia all’italiana.

Accidenti, non si vedeva un’operazione del genere dai tempi dei “musicarelli”!!!?!!! Rovazzi, possiamo dirlo, è a tutti gli effetti l’erede di Morandi.

Eppure, in un panorama così ben definito, a tutto pop, arriva in questi giorni l’intervista controcorrente rilasciata da Damiano David dei Maneskin a Diva e Donna, che profetizza straordinari ribaltamenti di scenario.

“Il pubblico in Italia si è stufato del bravo ragazzo con gli occhi azzurri, che non dice parolacce e non fuma. Credo sia il tempo della rockstar che esagera e sfascia le stanze d’albergo”, ha dichiarato il diciannovenne frontman della band romana.

L’intervista prosegue mettendo in luce tutta la sfrontatezza del cantante, che recentemente ha fatto parlare di sé anche per via di un tatuaggio ritenuto blasfemo. Su Instagram, Damiano ha mostrato il braccio con impressa l’immagine di Gesù che ha il suo stesso volto, con tanto di corona di spine e cuore sanguinante. Poco prima i Maneskin, in formazione completa, erano apparsi a loro agio, sfoggiando un look glam rock, alla sfilata di Fendi.

Ma un momento: Diva e Donna, sfilata di Fendi… Instagram…? Qualcosa non torna…

Non avevamo detto rockstar maledette, che sfasciano le stanze d’albergo???!!!

Matteo De Stefano

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.