Contest Interviste News Summer Contest 2015

Summer Contest: 5 domande agli AUDIOgraffiti

Abbiamo incontrato e intervistato gli AUDIOgraffiti, gruppo in lizza per il QUBE MUSIC SUMMER CONTEST

Abbiamo incontrato e intervistato gli AUDIOgraffiti, gruppo in lizza per il QUBE SUMMER CONTEST e come avverrà per tutte le altre band, li abbiamo sottoposti ad alcune domande per conoscere meglio la loro interessante realtà.

Raccontateci di voi…

Gli AUDIOgraffiti sono un progetto eclettico, molteplici anime che costituiscono il cuore pulsante di una band hyper-funk, nu-soul e future-beats.

Come nasce il vostro progetto musicale?

È iniziato tutto con due fratellini che ricevono degli strumenti economici come regalo di Natale e che si mettono in testa di imparare a suonare come Jimi Hendrix a Woodstock nella loro cameretta. I due incontrano un batterista e un cantante e poco a poco la cameretta diventa una saletta, un piccolo palco o un angolo di strada. Poi, con una macchina scassata e piena zeppa di strumenti, i palchi si sono via via moltiplicati e ingranditi fino ad arrivare agli AUDIOgraffiti di oggi: un progetto ossessionato da John Coltrane, ma capace di passare notti insonni davanti alle levette del nuovo synth o a cercare il giusto ritmo di un testo rap. Il nostro ultimo EP, Black Rainbow [until sunrise drops lunatically minor rays], è la sintesi del nostro percorso e vede impegnati 9 musicisti, una sezione fiati, una sezione archi e musica elettronica.

Di che cosa parla la vostra canzone?

Come tutte le canzoni, Black Rainbow ha diversi livelli di lettura.

Parla del risveglio dopo una notte difficile e tormentata da incubi, le prime luci dell’alba che ti schiaffeggiano mentre ancora non riesci ad aprire bene gli occhi, il tempo per un caffè, una sigaretta e sei già fuori di casa ma, nonostante tutto, inizi a sentirti bene.

Però parla anche del nostro amore per la musica e può essere vista come un richiamo alle metafore sociali del soul anni ’60, “I know a change is gonna come” l’aveva già detto Sam Cooke e l’aveva ribadito anche Otis Redding mooolto prima di noi.

Qual è la vostra fonte di ispirazione?

Prendiamo ispirazione da qualsiasi cosa ci colpisca: libri, film, illustrazioni… e ovviamente tanta musica! Di recente i nostri preferiti sono senza dubbio Snarky Puppy, Hiatus Kaiyote, e Flying Lotus, ma come tutti ci siamo formati ascoltando i classici: Prince, Led Zeppelin, Rage Against the Machine…

– Progetti per il futuro…

Nel futuro prossimo svilupperemo il progetto “Black Rainbow [until sunrise drops lunatically minor rays]”, il nostro ultimo EP registrato live in studio, di cui uscirà anche la versione integrale in formato video.

Per ora abbiamo fatto uscire il primo video per la title track “Black Rainbow”, ma presto sarà tutto disponibile online!

In generale poi puntiamo a sviluppare ulteriormente il nostro live nella direzione attuale di incontro tra elementi analogici/suonati ed elettronici/da djset, nel nostro ultimo EP abbiamo ampliato notevolmente la nostra formazione e stiamo lavorando per portare anche i nostri concerti in questa direzione!

Gli AUDIOgraffiti partecipano al SUMMER CONTEST di Qube Music con:
BLACK RAINBOW

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.