Contest Interviste News Summer Contest 2015

Summer Contest: 5 domande a VINCENZO MAGGIORE

Proseguono le interviste brevi dedicate ai partecipanti del SUMMER CONTEST. Questa volta incontriamo Vincenzo Maggiore

Proseguono le interviste brevi dedicate ai partecipanti del SUMMER CONTEST. Questa volta incontriamo Vincenzo Maggiore.

– Chi è Vincenzo Maggiore? Raccontaci di te…

Ho imbracciato per la prima volta la chitarra ai tempi delle scuole medie, spinto dalla voglia di riprodurre le canzoni che più mi piacevano. La prima esperienza di gruppo risale al liceo, ma non fu molto fortunata. Durante l’estate del 2001 conobbi un giovane chitarrista che fin da subito mi impressionò per la sua bravura, per la sua tecnica, per la sua infinita passione. Con lui e altri due musicisti brindisini fondammo le Prove a distanza, band di stampo pop-rock con cui ho suonato dal 2003 al 2008. Dopo centinaia di concerti e dopo aver prodotto una demo di brani inediti (alcuni sono ascoltabili sul mio sito) gli intenti cambiarono e concludemmo la nostra avventura. Per me è stata una storia decisiva senza la quale, probabilmente, non avrei fatto tutto il resto. Negli ultimi sette anni ho suonato con varie formazioni, ma con uno spirito completamente diverso. L’idea che mi ha sempre accompagnato è quella di dedicarmi completamente ai miei brani e di lasciar perdere le cover.

– Come nasce il tuo progetto musicale?

Il mio progetto musicale da solista è molto legato al mio primo disco “Via di fuga” e alla voglia di farne altri in futuro. L’album ha una storia molto particolare: è stato realizzato attraverso un progetto di crowdfunding. In quattro mesi, da marzo a giugno 2013, ho raggiunto il numero di adesioni previste (seicento) e successivamente ho raccolto materialmente le “donazioni”. In cambio, i sostenitori hanno avuto una copia in anteprima.

A giugno di quest’anno ho pubblicato il disco in versione ufficiale con il supporto della cooperativa sociale Eridano e il patrocinio di Puglia Sounds. In attesa della distribuzione online, “Via di fuga” può essere richiesto attraverso il sito.

– Parlaci della tua canzone…

“Un bacio sul treno” è un vero e proprio mini corto incentrato sulla figura di Elia, un uomo che giorno dopo giorno si ostina ad attendere il suo destino in una stazione di periferia. Una storia che scorre nella mente del protagonista come il ricordo di un momento speciale avvenuto tanto tempo prima che non può essere dimenticato. Una piccola opera girata in due giorni in una stazione del Salento che racchiude un significato profondo, senza paura di apparire troppo romantica o banale.

– Dove prendi ispirazione?

Quando viaggio in treno mi capita spesso di immaginare quali possano essere le storie che si nascondono dietro i volti, le espressioni e i particolari che appartengono a chi condivide con me quel frangente di tempo. Mi è capitato di imbattermi in una coppia non propriamente giovanissima che viveva sul treno un momento di intimità sobria, senza alcun interesse per il “contorno”.

In generale, l’ispirazione può essere davvero ovunque. L’importante è riuscire a catturarla al momento giusto.

– Progetti per il futuro…

Promuovere il disco in giro per l’Italia e cercare di registrarne un altro entro il prossimo anno.

Vincenzo Maggiore partecipa al SUMMER CONTEST di Qube Music con:
UN BACIO SUL TRENO

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.