News Postepay Rock in Roma

Strepitosi Nightwish. Fuochi e fiamme sul palco del Postepay Rock in Roma.

Strepitoso live show dei Nightwish al Postepay Sound Rock in Roma 2016, che confermano quanto di buono avevano già messo in mostra lo scorso 29 Novembre 2015 all’Arena Unipol di Bologna. Questa volta ad accompagnarli sono stati gli Apocalyptica e gli Epica, che hanno scaldato al meglio i motori del pubblico accorso in migliaia all’Ippodromo delle Capannelle di Roma.

Prima di descrivervi lo show, ci tenevo a sottolineare il fatto che Floor Jansen ha definitivamente conquistato i cuori di tutti i fan dei Nightwish, anche dei più scettici e nostalgici che ancora si sentono legati alle qualità vocali di Tarja Turunen, ma Floor è stata la vera regina sul palcoscenico del Rock in Roma, trasmettendo un effetto magnetico a tutti i presenti, non solo per le sue straordinarie doti vocali ma anche per la carica, energia e verve che la caratterizzano rendendola una frontman eccelsa.

nightwish-floor-jansen

Fuochi, fiamme, scintille, coriandoli e un impatto sonoro da spettinamento continuo, questo il mood dello show della band finlandese capitanata da Emppu Vuorinen e Tuomas Holopainen, i due fondatori storici dei Nightwish e pionieri del Simphonyc Epic Metal;

l’intero concerto si svolge con un’alternanza molto equilibrata tra i nuovi e i vecchi pezzi che tutto il pubblico intona all’unisono ma mai riuscendo a sovrastare la voce straripante della “regina guerriera” Floor, che tocca picchi indescrivibili sulla galvanizzante e sempre apprezzata Nemo.

Gli effetti pirotecnici continuano e il loro calore si percepisce benissimo sui nostri volti, a tal punto che tra una birra e l’altra la temperatura arriva alle stelle e ci sentiamo completamente un tutt’uno con Floor e compagni, talmente al punto da sperare che questo concerto non finisca mai.

Last Ride of the Day ci fa capire però, che stiamo purtroppo, volgendo al termine della serata, che si concluderà con la bellissima ed emozionantissima, The Greatest Show on Earth. La scelta di suonarla canzone per intero è davvero azzeccatissima, perchè solo in questa maniera viene espressa in toto tutta la natura e magia del brano; fortunatamente fila liscia per tutta la sua durata, accompagnata da immagini e video sul ledwall che ci danno la giusta atmosfera per poter accompagnare Floor, a intonare quei We were here!” conclusivi, che risulteranno semplicemente da brividi. Il concerto termina con la narrazione di Dawkins, il pubblico in totale delirio e adorazione mentre il gruppo, visibilmente emozionato e soddisfatto, saluta prima scendendo dal palco e poi ritrovandosi in un’unico grande inchino a sancire la perfetta riuscita dello show.

Personalmente aggiungo che questo è stato decisamente uno dei concerti più belli mai visti in assoluto, I Nightwish si meritano di diritto il trono assoluto nel regno del Symphonic Metal.

La scaletta:

  1. Shudder Before the Beautiful
  2.  Yours Is an Empty Hope
  3.  Ever Dream
  4.  Storytime
  5. Wake Fantasy
  6. My Walden
  7. Élan
  8. Sahara
  9. Alpengolw
  10. 7 Days to the Wolves
  11. She Is My Sin
  12. I Want My Tears Back
  13. Nemo
  14. Stargazers
  15. Ghost Love Score
  16. Last Ride of the Day
  17. The Greatest Show on Earth

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.