Live Report Martina Dalla Mora News

Simple Minds, una carica inesauribile di “Big Music”

I Simple Minds hanno dato vita ad uno spettacolo in due atti davvero unico, con il quale hanno spaziato lungo i quasi quarant’anni di onorata carriera riportando alla vita i magici momenti degli anni ’80

Parlare dei Simple Minds è come rileggere un buon libro: un libro che si ama e che non ci si stancherebbe mai di riprendere in mano per poter catturare ogni volta un nuovo passaggio, una nuova emozione, un nuovo spunto per riflettere e ripartire con una nuova carica.

A più di un anno di distanza dall’ultima apparizione italiana, la band scozzese torna a Milano, al Mediolanum Forum di Assago, per il “Big Time Tour 2015”. Da subito salta all’occhio una platea composta da coloro che vissero in pieno il periodo tutta lacca e spalline degli anni ’80, ma anche un pubblico più giovane, che si avvicina con la curiosità di vedere dal vivo una band icona di un’epoca e di una generazione cariche di luci, ma anche di tante ombre.

I Simple Minds hanno dato vita ad uno spettacolo in due atti davvero unico, con il quale hanno spaziato lungo i quasi quarant’anni di onorata carriera sui palchi di tutto il mondo ed hanno riportato alla vita quei magici momenti degli anni ’80 in cui la band faceva capolino dallo schermo televisivo delle emittenti musicali italiane.
Jim Kerr è un vero animale da palcoscenico: instaura sin da subito un legame emotivo fortissimo con il pubblico tramite scambi di sorrisi, di sguardi: sembra quasi che lui viva dell’energia donatagli dalla platea. Degni di nota sono però tutto i membri della band, musicisti davvero eccezionali che hanno saputo rendere le canzoni ancora più preziose delle versioni incise in studio, grazie ad arrangiamenti freschi, ma mai troppo lontani dagli originali.
Durante le oltre due ore di spettacolo ampio spazio è stato dedicato in particolare ad estratti dell’ultimo album “Big Music” – uscito nel 2014 sotto etichetta Sony -, pezzi caratterizzati dal ritorno ad un rock più genuino ed accolti dal pubblico come un segno del rinnovato vigore mostrato dalla band. Non sono però mancati tutti i loro più grandi successi risalenti alle atmosfere new wave dei primi album. Vanno citate rivisitazioni live davvero intense di brani come “New Gold Dream”, “Don’t you” e “Alive and Kicking”, che con il loro suono a tratti avvolgente a tratti impetuoso, contribuirono ad imporre questo gruppo di ragazzi di Glasgow all’attenzione della critica internazionale.
Alex Dapiran e Martina Dalla Mora | Foto: Martina Dalla Mora

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.