Interviste News

Shirin Amini ci racconta “Parole di Lulù” per un evento speciale al Monk Club

L’intervista di cuore a Shirin Amini : Giovedì 10 settembre, dalle 10.30 di mattina alle 20.30 di sera ci saranno laboratori, spettacoli, artisti vari e tutti noi di Parole di Lulù ad aspettarvi per sostenere insieme il progetto della Casa dei Bimbi

Il 10 settembre, presso il Monk Club di Roma, avrà luogo l’iniziativa benefica Parole di Lulù: ce ne parla Shirin Amini, che insieme a Niccolò Fabi, è ideatrice del progetto.

– Ciao Shirin, vuoi raccontarci com’è nata questa onlus e di cosa ti occupi?

Parole di Lulù è una fondazione onlus nata nel 2010, lo stesso anno in cui ho perso mia figlia per una sepsi meningococcica.
Questo evento straordinario e devastante nella vita di un genitore ha creato una forza che andava incanalata e trasformata.
Questo ha generato Parole di Lulù, di cui sono presidente e che si occupa di bambini e delle loro famiglie nel settore socio/sanitario/educativo.

– Si sa che il passaparola è la migliore forma di condivisione, attraverso quali canali informativi riesci a ottenere aiuto e sostegno?

Ogni anno organizziamo una giornata di raccolta fondi dedicata interamente ai bambini, una festa dalla mattina alla sera che viene promossa sui canali della fondazione attraverso il sito e i social che vengono condivisi da tutte le persone sensibili… E sono veramente tante!

– Proprio in questo periodo storico, esiste una forte polemica tra “fazioni” pro/contro le vaccinazioni e una recente indagine ha constatato che molti genitori decidono di non sottoporre i propri figli alle vaccinazioni non obbligatorie; tu cosa ne pensi?

Chiaramente data la mia esperienza di madre ferita, a questa domanda non posso che rispondere “Vaccinateli tutti”… Ma è chiaro che nella maternità come in nessun altro caso ognuno deve fare solo quello che si sente.
La questione forse non chiara che andrebbe approfondita in altra sede è sicuramente l’interazione fra un vaccino e l’altro e non la sottrazione agli stessi.

– Da poco è stata inaugurata La Casa dei Bimbi, nel quartiere di Prima Porta a Roma: vuoi raccontarci di cosa si tratta?

La Casa dei Bimbi, punta ad essere un luogo di aggregazione socio/culturale/sanitario per le famiglie di Prima Porta e chiunque voglia andarci.
La nostra fondazione offrirà laboratori, corsi, pediatri, seminari e conferenze gratuitamente alle famiglie per un intero anno scolastico.

– Essere donna, mamma, moglie è un lavoro fatto di “straordinari non retribuiti”; come riesci a conciliare il tutto (e anche la tua passione per la fotografia)?

(Ride) Ho sempre sostenuto che una donna riesce a fare bene più cose contemporaneamente a discapito dell’uomo che si concentra totalmente su una. Ancora mi chiedo però cosa sia meglio… Siamo semplicemente diversi e meravigliosamente complementari.
Diciamo che una brava donna permette al proprio uomo di concentrarsi su se stesso mentre lei cerca di nutrire la propria anima e i figli (ride)… Ci si riesce: il segreto è dormire molto poco!

– Con l’augurio che Parole di Lulù continui ad aiutare tanti bambini come ha fatto finora, lancia un appello per tutti i nostri lettori:

Venite tutti al Monk, a Roma, via Giuseppe Mirri 35, Giovedì 10 settembre, dalle 10.30 di mattina alle 20.30 di sera ci saranno laboratori, spettacoli, artisti vari e tutti noi di Parole di Lulù ad aspettarvi per sostenere insieme il progetto della Casa dei Bimbi.

“Dalle 10.30 di mattina fino alle 19.30 si alterneranno laboratori, spettacoli e giochi per intrattenere i più piccoli. L’ingresso sarà di € 7 per gli adulti e € 3 per i bambini e l’incasso verrà destinato al sostegno de LA CASA DEI BIMBI una struttura inaugurata da Parole di Lulù lo scorso giugno nel quartiere di Prima Porta che da settembre fornirà gratuitamente attività ludiche e ricreative insieme seminari formativi e consulenze pediatriche.”

Il programma dettagliato e le info su: Parole di Lulù @Monk club – facebook event 

Grazie Sempre…

Flavia Elisabetta Munafò

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.