Andrea Cavallini Live Report News Villa Ada

Niccolò Fabi torna a suonare a casa, nella meravigliosa cornice di Villa Ada

Il cantautore ha fatto convergere migliaia di persone in cerca di emozioni pure, sotto palco e tutto intorno a quel laghetto magico che a lui stesso ricorda la sua infanzia e la sua “Casa”

Il Festival Roma Incontra il Mondo – L’Isola che c’è, ha come base operativa una location davvero speciale. Il parco di Villa Ada immerso nel verde, con le luci che riflettono sull’acqua del laghetto e quell’odore forte di Estate, permette di esaltare al meglio tutte le sensazioni che scaturiscono da un live.

Se poi sul palco c’è Niccolò Fabi ecco che la magia è fatta.

Il cantautore ha fatto convergere migliaia di persone in cerca di emozioni pure, sotto palco e tutto intorno a quel laghetto magico che a lui stesso ricorda la sua infanzia e la sua “Casa”.

Un concerto che ha segnato il SOLD OUT e che è stato seguito anche dall’area free di Villa Ada da coloro che non hanno trovato il biglietto e non volevano in nessun modo perderselo, e che pur non potendovi assistere con gli occhi, hanno fatto scorpacciata di emozioni con l’udito.

Con l’uscita di “Una somma di piccole cose” il suo ottavo album in studio, Niccolò Fabi ha raggiunto, come lui stesso ha dichiarato, forse l’apice massimo di comprensione da parte del proprio pubblico. Un pubblico che pian piano ha superato e sta superando sempre di più, l’indifferenza o la superficialità nell’ascolto di un cantautore che non fa rumore perché entra in punta di piedi, ma lascia impronte nel nostro cuore delicate e indelebili.

Nell’attesa di vederlo salire sul palco, le casse di Villa Ada passavano in sottofondo alcuni brani di Fink un meraviglioso cantautore britannico che, non sappiamo se per scelta voluta di Niccolò, ci ha regalato le note perfette per introdurci all’atmosfera in cui di lì a poco ci saremmo immersi.

Il live parte con sei brani dal nuovo album e una dedica speciale a Lorenzo Amurri, scrittore e amico scomparso da poco.

E’ stato molto bello vedere il parco così pieno e sentire cantare a memoria anche le canzoni di un album nuovo e delicato come questo. E’ stato ancor più bello vedere sotto palco migliaia di famiglie con tanti piccini di tutte le età al seguito. E’ stato un segnale forte che le persone hanno voglia di seguire qualcosa di vero, che le persone hanno voglia di riappropriarsi della comunità – tema centrale di Ha perso la città – e trasmettere alle nuove generazioni dei valori e dei sentimenti puri. Niccolò Fabi, con il suo percorso artistico e con il suo impegno nel sociale, è l’emblema di tutto questo con un’umiltà mai persa negli anni che fa percepire zero distanze tra il palco ed il pubblico.

Finiti i sei brani dal nuovo album con Una mano sugli occhi che racconta le sfaccettature dell’amore maturo si fa un balzo di venticinque anni indietro con Ostinatamente che di per sé racconta quasi l’opposto. In venticinque anni, non sono stati pochi i brani che hanno segnato la storia della musica d’autore italiana, per questo non potevano mancare Costruire, Offeso, Lasciarsi un giorno a Roma.

Niccolò ci augura la buonanotte ma è una finta che conosciamo bene e quindi eccolo di nuovo per il bis ma con una sorpresa al seguito: Roberto Angelini con cui ci dedica Attesa inaspettata. Sul palco con lui ci ha delizato una giovane e talentuosa band composta da Damir Nefat, Filippo Cornaglia, Matteo Giai e Alberto Bianco. Il live si conclude Lontano da me. Noi però speriamo di dover starci poco lontano da lui. Il tour per l’Italia prosegue e noi vi consigliamo di non perdervi l’occasione di passare una serata magica.

Marta Croce | Foto di Andrea Cavallini

Set list

  • Una somma di piccole cose
  • Ha perso la città
  • Facciamo finta
  • Filosofia Agricola
  • Non vale più
  • Una mano sugli occhi
  • Ostinatamente
  • E’ Non è
  • Indipendente
  • Il negozio di antiquariato
  • Ecco
  • Sedici Modi Di Dire Verde
  • Oriente
  • Vento d’estate
  • Giovanni sulla terra
  • Solo un uomo
  • Costruire
  • Offeso
  • Lasciarsi un giorno a Roma

BIS

  • Vince chi molla
  • Attesa inaspettata (con Roberto Bob Angelini)
  • Una Buona Idea

Secondo BIS

  • Lontano da me

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.