Live Report

Max Pezzali all’Unipol Arena di Bologna

Max ha fatto centro, riuscendo a concentrare in sole due ore di concerto il percorso di una intera carriera

Partito ad inizio settembre, il “Max Tour Live 2015” fa tappa all’Unipol Arena di Bologna.

Il palazzetto è gremito in ogni ordine di posto con un pubblico smanioso di veder salire sul palco il suo idolo Max Pezzali, che non si fa attendere e fa la sua comparsa alle 21 precise.

Si inizia con “Come Bonnie & Clyde” per andare dritti verso il primo grande classico della serata: “Rotta x casa di Dio”. Ed è da qui in poi che le nostalgie adolescenziali di tanti prendono forma. Dando uno sguardo al pubblico ci si rende conto di quanto le cose in ventitré anni non siano cambiate: gli stessi che ascoltavano gli 883 alla radio nelle calde estati degli anni ‘90, si trovano ora nel palazzetto per celebrare la musica con la quale sono cresciuti, portando anche i loro bambini.

Il concerto è una festa di amici, famiglie e nostalgici.

Max non delude le aspettative e si fa trovare pronto, scegliendo di proporre molti brani tratti dai primi album, alcuni rivisitati in chiave moderna, a discapito di quelli del suo ultimo lavoro “Astronave Max”, decisamente sottotono e accolto in maniera poco entusiasta alla sua uscita nel maggio 2015.

Alle prime note de “Gli anni”, la voce del pubblico sovrasta letteralmente quella del frontman che si commuove a fine canzone ringraziando tutti quanti.

Una bella sorpresa per Pezzali, che ha in mente di stupire con uno spettacolo molto particolare: dall’inizio del tour infatti, durante il concerto sono previsti due momenti dedicati al “Mixmax”, in cui vengono proposti i remix di alcune delle canzoni più famose degli 883. Si parte dalla combo “S’inkazza/6 1 sfigato/Non ci spezziamo/Non me la menare/”.

Mai regalo fu più gradito dal pubblico, la reazione delle centinaia di persone è incredibile: salti, balli e cori che intonano ritmicamente “grazie!”.

Max ha fatto centro anche stavolta, riuscendo a concentrare in sole due ore di concerto il percorso di una intera carriera. Partendo da “Hanno ucciso l’uomo ragno” (Forse il pezzo che più ha fomentato il pubblico) passando per “Nord Sud ovest Est”, “Ti sento vivere” e “La regola dell’amico”, fino ad arrivare al culmine con “tieni il tempo” e “Con un deca”.

Ma le sorprese da parte del cantante pavese non sono finite.

Quando il concerto sembra quasi giungere al termine, dopo il secondo Mix che ha fatto letteralmente scatenare i presenti, Max ritaglia un po’ di tempo per parlare con il pubblico, ringraziandolo non solo per la calorosa accoglienza che gli viene sempre riservata, ma anche per l’amore dimostrato verso le sue canzoni che “ormai appartengono a tutti”.

La cosa più bella, per le persone come me, è scrivere una canzone che abbia un certo significato e trasmetta determinate emozioni. E’ bellissimo avere la possibilità di cantare le proprie canzoni davanti al pubblico. Ma un’emozione ancora più forte è quando, a distanza di tanti anni dall’uscita di una canzone, arrivi in un palazzetto come questo e trovi tante persone che cantano a te la tua canzone”.

Prosegue spiegando che andrà a suonare alcuni stralci di canzoni a basso volume, chiedendo di cantarle “se le conoscete e vi fa piacere, per far sentire di più voi. Perché quello che rende, per noi, spettacolari i concerti siete voi che cantate”.

Il pubblico intona “Se tornerai” e Pezzali ringrazia soddisfatto. “E’ esattamente questo ciò che volevo”.

Dopo aver concluso il concerto, gli applausi si sprecano e Max viene chiamato ad un bagno di folla, tra foto, selfie e filmati fatti sia dal pubblico che dal palco.

Il sipario si chiude, lo spettacolo è finito. Max Pezzali da appuntamento a tutti alla prossima tappa del tour, sperando in un’altra serata perfetta, come quella appena terminata.

Scaletta Max Tour Live 2015:

  1. Come Bonnie & Clyde
  2. È venerdì
  3. Rotta X Casa di Dio
  4. L’Universo tranne noi
  5. Gli anni
  6. La dura legge del gol
  7. Col senno di poi
  8. Sopravviverai
  9. Sei fantastica
  10. Sei un mito
  11. Hanno ucciso l’uomo ragno
  12. MixMax: S’inkazza/ 6 1 sfigato/ Non ci spezziamo/ Non me la menare
  13. Fallo tu
  14. Come deve andare
  15. Lo strano percorso
  16. Sempre noi
  17. MixMax: Nella notte/ La donna, il sogno e il grande incubo/ Viaggio al centro del mondo/ Bella vera/ La lunga estate caldissima/ Bello non ti passa più
  18. Il mondo insieme a te
  19. Una canzone d’amore
  20. La regola dell’amico
  21. Ti sento vivere
  22. Come mai
  23. Nessun rimpianto
  24. Nord Sud Ovest Est
  25. Tieni il tempo
  26. Medley voce-chitarra-pubblico: Se tornerai / Nient’altro che noi / Io ci sarò / Eccoti
  27. Niente di grave
  28. Con un deca

Carla Marras

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.