Live Report Martina Dalla Mora News

Marina Rei sul magico palco del Blue Note

Atmosfere intime, luci soffuse e una batteria al centro della scena. Lei arriva, puntuale e bella come il sole, sorridendo…

Venerdì 31 marzo Marina Rei si esibisce su quello che è il più affascinante e magico palco della scena musicale milanese, il Blue Note che registra per l’occasione il tutto esaurito. Atmosfere intime, luci soffuse e una batteria al centro della scena. Lei arriva, puntuale e bella come il sole, sorridendo. A fianco a lei i due musicisti che l’accompagnano in Tour. Atmosfere minimal e di classe, con una batteria, una chitarra e un basso. Un po’ la scena che si amava tanto negli anni ’70, senza bisogno di ulteriori strumenti o arricchimenti sonori che rischierebbero di farne perdere l’essenza.

La Rei apre il concerto con La parte migliore di me, una meraviglia. Sonorità raffinate, voce perfetta. Segue Ho visto una stella cadere un brano parte del suo ultimo lavoro “Pareidolia”, album la cui produzione è stata affidata a Giulio Ragno Favero de Il Teatro degli Orrori. Il pezzo è ritmato e veloce, ricco di sonorità che rimandano alla scuola romana, il testo è intimo. Sempre dal recente lavoro viene eseguita Lasciarsi andare una forza rock che lascia poi spazio al lato più emotivo. Suonando la batteria, Marina regala al pubblico una magia unica in pezzi così coinvolgenti. Riesce ad essere delicata e allo stesso tempo diretta, rock, sublime.

E’ poi la volta di La mia felicità, un ritmo ossessivo ne è la componente principale, una ritmica che è anche l’anima della seguente L’errore: tappeti di percussioni che sono il naturale complemento di testi di grande bellezza ed intensità. Inaspettatamente fa compiere un viaggio attraverso la carriera ultra ventennale di Marina, con la magia della sua voce al ritornello “Ascoltami”…

Verrà il tempo e il Blue Note si riempie delle raffinatezze vocali ricche di evoluzioni virtuosistiche, una chitarra capace di inventarsi suoni che non ti aspetti ed il basso che tiene il ritmo in maniera ferrea. T’Innamorerò, un pezzo che il pubblico stava aspettando, è un incanto. E più i presenti si divertono, più Marina si lascia andare. Si sente l’intimità che solo grandi artisti riescono con la loro naturalezza ad instaurare. Il locale, poi, ne amplifica la suggestione.

Si viaggia tra nuovo e vecchio, la musica ricalca la drammaticità e allo stesso tempo la dolcezza di Due mondi lontani. Fammi entrare, viene interpretata con potenza e trascina nella sua meraviglia. Mi parli di te e Marina racconta della diversità tra lei e Pier Paolo Capovilla che insieme sono riusciti a raggiungere un obiettivo comune, creare questo capolavoro. “La cosa bella della musica”, spiega la stessa Marina, “è quella di unire”.

Intensa esibizione con Papa was a rolling stone una cascata di soul e blues, calore, ritmi serrati, batteria rovente e corde torride, la voce della Rei diventa quella di una delle grandi cantanti americane. Segue Sole, ruvida, dai riff iniziali dissonanti, canzone dell’ultimo album che è un po’ più rockeggiante rispetto al passato. Sublime l’Interpretazione di Donna che parla in fretta, in cui la creatività e bravura dell’artista toccano il culmine, lasciando tutti a bocca aperta. La Rei dal vivo è proprio questo condensato di potenza ed energia. Il rock ti entra dentro come le parole, come lame.  Va via e ritorna per regalare un bis: imbraccia questa volta la chitarra acustica e scorre, la musica, con Al di là di questi anni.

Due grandi successi, Primavera e I miei complimenti, mandano in delirio il pubblico, che canta con lei in coro. Sembra l’ultimo pezzo, Un inverno da baciare, ma la Rei torna ancora una volta ad abbracciare il pubblico del Blue Note che, in piedi, la omaggia. E’ la conclusione di un live perfetto, che si chiude con Il giorno della mia festa: il modo più bello per festeggiare un concerto che, il pubblico milanese, ricorderà a lungo.

Tania Torrisi | Foto: Martina Dalla Mora

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.