Generation News

Luca Napolitano: l’ex-concorrente di Amici che alle major preferisce le indipendenti

A 10 anni dalla partecipazione al talent show di Maria De Filippi, Luca Napolitano torna con un nuovo brano, un nuovo album e molto altro.

– Iniziamo parlando del video di “Anche stavolta”. Un paesaggio lunare, due ragazzi che litigano su una panchina e tu che suoni il pianoforte.

L’idea dell’ambientazione nasce dal fatto che siamo tutti sempre super connessi, ma in realtà siamo distanti anni luce. I due ragazzi infatti non riescono a dialogare tra loro e mentre uno cerca di avvicinarsi, l’altra si allontana. Il video segue comunque il tema portante della canzone, ovvero il fatto che lei sia ormai innamorata di un’altra persona e lui deve in qualche modo semplicemente accettarlo, anche per il solo fatto di essere ancora innamorato. È una situazione in cui può capitare di ritrovarsi, ma bisogna pensare al bene della persona che si ama, in ogni caso, per quanto difficile.

– Questo è il singolo di lancio per il tuo nuovo album. Ha un tiro decisamente diverso dal tuo singolo precedente, “Ci whatsappiamo”. Quale sarà il sound definitivo di questo disco?

La musica in Italia si evolve continuamente e ogni anno c’è un nuovo sound che va per la maggiore. Non mi piace l’idea di un disco che abbia il suono dell’anno in corso, ma che tra dodici mesi suoni già vecchio. Diciamo che questo album è trasversale, sia come tematiche che come sound. Parlo d’amore e di rapporto con la realtà quotidiana, mentre a livello di ascolto, è un disco che si sarebbe potuto ascoltare negli anni ’60, come potrebbe venire ascoltato tra diversi anni, senza risultare particolarmente anomalo.

– Dopo Amici, la tua è stata una produzione musicale un po’ atipica, quasi altalenante. Qual è stato il percorso che ha portato alla creazione di questo nuovo lavoro?

Per i lavori discografici successivi ad Amici, avrei dovuto cambiare la squadra di lavoro ed è un po’ anche per questo che non ho rinnovato il contratto con quella major. Quando riesci a trovare la giusta affinità con un team di persone, specialmente nel campo artistico, è sempre difficile cambiare di punto in bianco. Lavorare per un colosso del genere, significa anche allontanarsi dal discorso puramente musicale ed emozionale perché entrano in gioco anche nuovi fattori, legati maggiormente all’immagine e alla distribuzione. Io ho preferito concentrarmi sulla musica ed è un processo che avviene in maniera più naturale se fai parte di un’etichetta cosiddetta indipendente. In verità è stato un lavoro continuo su me stesso, ma che ho fatto insieme al mio compagno di viaggi e di avventure Luca Ciccotti e al maestro Adriano Pennino. Quest’ultimo è stato colui che ha avuto fiducia in me e mi ha permesso di raggiungere questo risultato, anche anni dopo la mia partecipazione al talent. Diciamo che ogni volta è come un nuovo inizio.

– A proposito di talent show, siamo nel decennale della tua partecipazione e ho letto da qualche parte che hai avanzato l’ipotesi di un libro…

Sì, in effetti ho in mente di condividere un po’ di materiale che conservo da anni, devo solo trovare la forma più adatta e qualcuno che abbia intenzione di sperimentare un prodotto multimediale di questo genere. Ho foto, video e audio di tanti lavori, dai backstage alle ore in studio di registrazione, insomma tanto materiale inedito che mi farebbe piacere poter far vedere e ascoltare a chi mi segue.

– Ultima domanda: 3 canzoni che ci sono in questo momento nella tua playlist.

Mi cogli quasi impreparato, ma diciamo che sicuramente c’è Ed Sheeran. È un artista che stimo molto e che negli ultimi anni mi ha spinto a imparare a suonare la chitarra, anche per comporre. Il suo strumming e il modo di combinare voce e armonia mi hanno sempre colpito, li trovo molto moderni e poi quando hai una chitarra e la sai suonare, la composizione è completamente diversa e riesci a trovare soluzioni che con altri strumenti potrebbero essere molto meno immediate. Io poi non sono un amante dei virtuosismi e con la chitarra acustica ho scoperto come dare corpo alla musica e combinarla al meglio con la voce.

Andrea De Cunto

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.