Auditorium Parco della Musica EVENTI Interviste News

“Leggermente Classica” l’interessante progetto raccontato da Margherita Vicario e Gian Marco Ciampa

Sabato 20 Febbraio, Auditorium Parco della Musica – Teatro studio Borgna l’interessante progetto musicale “Leggermente Classica” con Margherita Vicario e Gian Marco Ciampa

Tra gli appuntamenti imperdibili di questo weekend, Qube Music ha il piacere di segnalarvi un progetto davvero interessante, che si terrà questo Sabato 20 Febbraio.
Protagonisti della serata saranno Margherita Vicario, cantautrice e attrice (ora al cinema come protagonista femminile del film “The Pills – Sempre meglio che lavorare”) e Gian Marco Ciampa, giovane prodigio della chitarra classica e vincitore di prestigiosi premi internazionali. Insieme porteranno all’Auditorium Parco della Musica la prima nazionale di “Leggermente Classica” (un evento Arte2o).

Da Bach a Battisti, da Daniele Silvestri a Francisco Tarrega; “Leggermente Classica” è un viaggio alternativo attraverso arrangiamenti ed elaborazioni in chiave classica, di celebri canzoni della musica d’autore italiana. L’esecuzione verrà impreziosita anche con i brani del repertorio della Vicario, per la maggior parte provenienti dal suo ultimo acclamato album Minimal Musical.

Non mancheranno gli ospiti e le sorprese, padrino della serata sarà Roberto Angelini, cantautore e polistrumentista che ormai è presenza fissa sui palchi dei migliori concerti del panorama pop italiano (di lunga data le collaborazioni con Fabi, Silvestri e Gazzè e ultimamente il contributo anche ad alcuni live di Emma Marrone).

Facciamoci raccontare qualche dettaglio in più dai diretti interessati.

– Diamo il benvenuto su Qube Music a Margherita e Gian Marco. La vostra è un’accoppiata artistica ben riuscita, ma quanto tempo fa e come è nata questa collaborazione fortunata?

Ciao Qube Music! In realtà questo progetto nasce da pochissimi mesi e avrà la sua “prima” proprio il 20 febbraio all’ Auditorium Parco della Musica. Siamo molto convinti della bellezza e dell’idea alla base di quest’unione. Tutto è nato con il riarrangiamento in chiave classica di un brano di Margherita che finiva con la frase “Lasciami la musica o vai via da qua se non sai chi è Bach”. E riflettendo sul senso di quella canzone e la ricchezza del riarrangiamento è nata l’idea di “Leggermente Classica”.

– Dove ci porterete in questo viaggio nella musica d’autore? Dateci qualche anticipazione…

E’ difficile spiegarlo, ci siamo ripromessi di omaggiare nella stessa serata giganti compositori della musica classica e grandi autori della musica leggera, da Battisti a Bach, passando per Daniele Silvestri e le canzoni di Margherita… sempre altamente “Ciampizzate”!

– Oltre a voi, ci saranno degli ospiti ad impreziosire questo bellissimo progetto chi sono e come interverranno durante la serata?

Nella serata abbiamo deciso di chiamare un esponente della musica leggera contemporanea: il grande Roberto Angelini, che oltre ad essere un cantautore è anche un chitarrista d’eccezione, mentre dal mondo della classica, avremo il piacere di avere lo Steam Quartet, un quartetto d’archi con una grande esperienza concertistica alle spalle e l’Ensamble vocale Tibi Ero Omnia.

– Già che abbiamo la possibilità di fare due chiacchiere con Margherita, usciamo un momento dall’ambito musicale e ne approfittiamo per sapere qualcosa del film dei The Pills a cui non sono state risparmiate critiche. Ma così accade per tutti i progetti ambiziosi. Per te era la prima esperienza da protagonista sul Grande Schermo, che effetto ti ha fatto rivederti al cinema e cosa hai imparato da questa esperienza?

Io sono molto contenta di aver fatto parte di questo film. E’ un film sincero, con una forte impronta autoriale, i The Pills sono stati liberissimi nella forma e nella realizzazione e questo, secondo me, è il vero cinema. In un mondo oberato dai social è facile scatenare critiche a catena e diciamo che loro sono stati travolti da questo turbinio, ma il film vale. Tra dieci anni lo riguarderemo per capire come stanno i trentenni di allora.

– Ritornando a sabato, sicuramente dopo aver assistito a questa serata molti vorranno continuare a seguirvi, quali progetti avete in ballo per il futuro?

Innanzitutto dobbiamo fare una replica a Roma perché i biglietti sono esauriti due settimane prima! Ci piacerebbe poi riproporre “Leggermente Classica” in giro per l’Italia collaborando diversi ospiti in ogni posto, sia dell’ambito ovviamente classico e quello leggero.

– Lasciateci pure tutti i vostri riferimenti social per tenerci aggiornati, ed in bocca al lupo per questa bellissima serata all’insegna della buona musica!

Certo potete seguirci sulle nostre pagine Facebook e su altri social come Instagram, Twitter.

Marta Croce

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.