News

Keith Haring: “Keith Haring About Art” a Milano

A Palazzo Reale di Milano si è inaugurata il 21 di questo mese la mostra dedicata a Keith Haring dal titolo “Keith Haring About Art” e resterà aperta al pubblico fino al 18 giugno 2017, in concomitanza con l’anniversario della sua morte avvenuta il 16 febbraio 1990

A Palazzo Reale di Milano si è inaugurata il 21 di questo mese la mostra dedicata a Keith Haring dal titolo “Keith Haring About Art” e resterà aperta al pubblico fino al 18 giugno 2017, in concomitanza con l’anniversario della sua morte avvenuta il 16 febbraio 1990.

110 le opere esposte di uno degli artisti che, insieme ad Andy Warhol e Basquiat, ha cambiato la concezione dell’arte.
Famoso per i suoi graffiti è diventato uno degli artisti più amati del Novecento.
La mostra è un percorso in cui si potranno visionare diverse opere famose e molte di quelle sconosciute al pubblico. L’allestimento curato da Gianni Mercurio, è sicuramente una mostra unica che appassionerà gli amanti di Haring per le caratteristiche dei lavori in cui collegava varie culture lontane tra loro e per gli stessi allestimenti.

Le opere presenti provengono da collezioni pubbliche e private europee, americane ed asiatiche che riconsegnano al grande pubblico quel senso articolato della sua analisi estetica eccellendo il privilegio di Haring nella storia dell’arte, un esibizione da non perdere.

“Il mio contributo al mondo è la mia abilità nel disegnare. Dipingere è ancora sostanzialmente la stessa identica cosa che fu nella preistoria. Riunisce l’uomo e il mondo. Vive nella magia”, diceva Keith Haring.

La mostra è effettuata con la collaborazione scientifica di MADEINART e con il prezioso contributo della Keith Haring Foundation.

Tutte le info sui costi dei biglietti e gli orari si possono trovare al sito di Palazzo Reale.

Autore

Valeria Campagnale

Valeria Campagnale

Classe 1970, appassionata di musica fin da piccola, cresce con David Bowie, il primo punk, l’ondata dark degli ottanta, il newromantic e trova poi il proprio interesse sfociare nella musica hard rock, con l’attrazione per i generi glam, street e sleazy di cui è una fiera portabandiera.
Si iscrive a scuola d’arte e ne consegue il diploma con una tesi sul suo pittore preferito, Andy Warhol.
I propri idoli sono David Bowie, Alice Cooper, Billy Idol, Bruce Dickinson e Chris Holmes.
Ha fatto del proprio interesse musicale la sua attività, seguendo artisti come manager e promoter e collabora con alcune webzine hardrock.
Tra i suoi vari interessi, svolge anche volontariato animalista ed è una appassionata di gatti.