News

Iggy Pop and The Stooges: “Gimme Danger” il docu-film di Jim Jarmusch

Solamente al cinema nei giorni 21 e 22 febbraio prossimo, verrà proiettato il documentario “Gimme Danger” che vede protagonista il grande Iggy Pop e la sua band dell’epoca The Stooges

Solamente al cinema nei giorni 21 e 22 febbraio prossimo, verrà proiettato il documentario “Gimme Danger” che vede protagonista il grande Iggy Pop e la sua band dell’epoca: “The Stooges”. Il gruppo nato nel Michigan che fece parte della controcultura dei giovani degli anni settanta, proponendo un rock energico e provocatore, è protagonista di questo docu-film diretto da Jim Jarmusch, distribuito da Nexo Digital e BIM dopo l’anteprima al Festival di Cannes 2016.

Con questo documentario, il regista consacra una delle più grandi band rock di tutti i tempi, riferimento artistico per gruppi a venire, mostrando la nascita dei The Stooges, studiando la musica, la cultura di quegli anni e raccontando le gesta di Iggy Pop, Scott Asheton, Ron Asheton, Dave Alexander e Steve Mackay, subentrato in seguito al sassofono. Il film unisce spezzoni di quegli anni, interviste realizzate appositamente per il documentario, immagini di repertorio ed anche cartoni animati di quel periodo. “Gimme Danger”, prende il titolo da un brano dell’album “Raw Power”, del 1973, l’ultimo dei The Stooges.

Spiega Jarmusch:

“È più un saggio che un documento. È la nostra lettera d’amore per quella che probabilmente è stata la più grande band della storia del rock ‘n’ roll. Racconta la loro storia, le loro influenze e il loro impatto, con filmati e fotografie mai viste prima. Proprio come The Stooges e la loro musica, “Gimme Danger” è un film selvaggio, disordinato, emotivo, divertente, primitivo e sofisticato allo stesso tempo. Viva The Stooges!”.

Il film di Jim Jarmusch è distribuito nelle sale italiane da BIM e Nexo Digital in collaborazione con i media partners Radio DEEJAY, MYmovies.it, RollingStone e Rockol.it.

Autore

Valeria Campagnale

Valeria Campagnale

Classe 1970, appassionata di musica fin da piccola, cresce con David Bowie, il primo punk, l’ondata dark degli ottanta, il newromantic e trova poi il proprio interesse sfociare nella musica hard rock, con l’attrazione per i generi glam, street e sleazy di cui è una fiera portabandiera.
Si iscrive a scuola d’arte e ne consegue il diploma con una tesi sul suo pittore preferito, Andy Warhol.
I propri idoli sono David Bowie, Alice Cooper, Billy Idol, Bruce Dickinson e Chris Holmes.
Ha fatto del proprio interesse musicale la sua attività, seguendo artisti come manager e promoter e collabora con alcune webzine hardrock.
Tra i suoi vari interessi, svolge anche volontariato animalista ed è una appassionata di gatti.