News

I Franz Ferdinand contro Donald Trump con la canzone “Demagogue”

Ultimamente Donald Trump non riscuote grande successo, non solo le frasi sessiste, peraltro discutibili, vengono prese di mira durante la campagna elettorale, ma anche molti esponenti del mondo della musica non gliele mandano certo a dire!

Dopo Roger Waters è ora la volta dei Franz Ferdinand, la band ha infatti rilasciato un nuovo singolo dal titolo “Demagogue” disponibile su Spotify. La canzone fa parte del progetto “30 Days, 30 Songs” in cui una nuova canzone “anti-Trump” viene svelata tutti i giorni nel periodo precedente alle elezioni negli Stati Uniti.

Un vero e proprio atto di accusa riguardo le idee politiche e il comportamento del candidato presidenziale. La band infatti racchiude nel testo la sensazione provata da moltissimi elettori liberali in merito: “those pussy-grabbing fingers won’t let go of me now”.

L’occasione vede i Franz Ferdinand rilasciare il primo assaggio del nuovo materiale in lavorazione, e senza il contributo del chitarrista Nick McCarthy, il quale ha lasciato la band all’inizio dell’anno.

Quando registriamo o ci troviamo in tour, ci vuole un impegno a tempo pieno e a lungo termine, della durata minima di un anno e mezzo, la cui maggior parte si passa lontani da casa. Nick ha una famiglia giovane e non vuole stare lontano dai suoi cari per così lungo tempo“, ha dichiarato il gruppo.

Questa non è necessariamente una situazione permanente – hanno aggiunto – e saremo noi per primi a far sapere se le circostanze cambieranno in futuro. Ci piacerebbe poter dire che questo è il frutto di differenze personali o musicali, ma non è così. Queste differenze sono il fulcro attorno al quale abbiamo costruito la band.”

Sabrina Spagnoli

Autore

Sabrina Spagnoli

Sabrina Spagnoli