Live Report News

GENGAHR live at Covo Club

I Gengahr, gruppo londinese attivo dal 2013, sono attualmente impegnati in un tour europeo per presentare il loro secondo album “Where Wildness Grows”, registrato in due settimane, dopo che la band aveva deciso di sbarazzarsi del risultato precedente e ricominciare la registrazione con l’aiuto del produttore Neil Comber. L’album nasce quindi a distanza di due anni da “A Dream Outside”, lavoro molto apprezzato dalla critica e grazie al quale accompagnarono gli Alt-J in tour. Il risultato finale è senza dubbio piacevole, dall’atmosfera briosa ed estiva, con temi forse più umani rispetto all’album precedente. Dai testi sembra, infatti, che Felix Bushe abbia preso coscienza del lato più buio dell’esistenza, ma con la consapevolezza che “somewhere wildness grows/ in a place deep down”.

Sabato 7 aprile decido di prendere una pausa dallo studio che attanaglia ormai questi giorni bui, e di andare a prendere una boccata d’aria al Covo, dove i Gengahr suoneranno per la loro prima data italiana. Appena sale sul palco, la band ci trasporta immediatamente in un’atmosfera sognante e psichedelica con “Is This How You Love?”, personalmente una delle migliori dell’album. Passano rapidamente a “Heroine”, singolo di “A Dream Outside”, e i pezzi da qui si susseguono senza troppi fronzoli, spontanei e immediati. La freschezza dei riff di John Victor e la voce eterea ed evanescente di Felix sembrano quasi dare forma alla copertina dell’album – che fa da sfondo al palco – e lasciano che sia la folta e colorata vegetazione ad accarezzare e cullare il pubblico in questa giostra del pop psichedelico; vi rassicuro, non ho fatto uso di sostanze psicotrope. Non posso dire con certezza lo stesso della creatura che a metà concerto, annebbiata dai fumi dell’alcool, sale sul palco e chiede a Felix il microfono per ricordarci che “gli amici sono la cosa più bella del mondo”. Cara ragazza, sappi che ti abbiamo voluto bene e spero che i postumi domenicali non siano stati troppo cattivi con te.

Dopo questa breve interruzione la band recupera facilmente l’attenzione del pubblico. Con l’attesissima “Where Wildness Grows” ringraziano gentilmente il pubblico, pronti a lasciare il palco, ma non prima dell’ultimo pezzo “Carrion”.

Torno a casa soddisfatta per la piacevole serata, e sono abbastanza sicura che i Gengahr stiano lentamente maturando e che abbiano ancora molto da offrire.

Francesca Roberto

SETLIST

  • Is This How You Love?
  • Heroine
  • I’ll Be Waiting
  • Bathed In Light
  • Before Sunrise
  • Embers
  • Dark Star
  • Pull Over
  • Mallory
  • Burning Air
  • Fill My Gums With Blood
  • She’s A Witch
  • Where Wildness Grows
  • Carrion

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.