Danilo D'Auria Live Report News

Gazzè conquista tutti: Maximilian Tour SOLD OUT all’Atlantico

Gazzè sa trasmettere un po’ di sana “leggerezza”, tutt’altro che superficialità, ma una speciale attitudine a cui dovremmo allenarci tutti per vedere anche le cose negative della vita sotto una prospettiva positiva e ottimistica

Reduce dal successo con i colleghi e amici Fabi e Silvestri, Max Gazzè mette a segno due date SOLD OUT all’Atlantico di Roma. Gazzè è il primo del “Trio delle Meraviglie” a ripartire con il proprio Maximilian Tour.

Li avevamo salutati con una grande festa quest’estate al Postepay Rock In Roma, e per chi come me non ne ha mai abbastanza di loro, riabituarsi all’idea che le loro strade si separassero di nuovo non è stato facile da metabolizzare. Per fortuna di lì a poco una sorpresa per noi : MAXIMILIAN, l’album di Gazzè da cui continuano ad uscire brani bellissimi e hit vincenti. Una su tutte è “ La Vita Com’è ”, che è l’emblema di ciò che più di tutto contraddistingue questo artista. Ironia, energia, sensibilità, semplicità, ingredienti sempre presenti nei testi e nei live di Gazzè.

Max Gazzè porta sul palco uno spettacolo splendidamente strutturato nella scaletta – che ripercorre sia i successi più vecchi, sia i più recenti – e uno show di luci e scenografia ben studiato. Tanti colori, tante le immagini che ad ogni brano accompagnavano e rafforzavano il significato di ogni canzone. Il tutto per un risultato quasi terapeutico. Due ore in cui i nervi si distendono, le preoccupazioni si dimenticano fagocitati nel mood del “ la vita va presa com’è e si sorride nonostante tutto”.

C’è poco da fare chiunque abbia già assistito ai suoi live, sa perfettamente che con Gazzè sul palco non si può non ridere di gusto, non è di certo uno che ha rinunciato alla goliardia con l’età. E ricordare ai suoi collaboratori di portargli acqua meno gassata per evitare di fare sonori rutti al microfono ne è stato l’esempio.

Mentre il musicista romano ringrazia l’Atlantico perché a Roma si sente ovviamente a casa, a me anche arriva chiara quella sensazione di familiarità che solo gli artisti che rinunciano ai divisimi e alla spocchia, sanno creare. Anche dopo vent’anni di carriera piena di successi alle spalle. E questa è senza dubbio una delle cose che ce lo fa amare così facilmente.

Il 1996 è l’anno zero per Gazzè, l’anno in cui parte questo meraviglioso percorso e l’anno a cui quindi viene dedicato un video che ripercorre tutti gli avvenimenti cult dell’annata del suo esordio, dalle serie tv ai fatti di cronaca, così mentre nelle immagini scorre la proclamazione della prima Miss Italia di colore, il video si conclude con “ Miss Italia 1996 è….” E per chi stasera vivrà la seconda data scoprirà quale volto si cela al posto della bella Miss, con un montaggio ad hoc volto anche lì a prendersi poco sul serio e farci ridere.

Ho imparato ad amare chi come Gazzè, sa trasmettere un po’ di sana “leggerezza”, perché in genere deriva da tutt’altro che superficialità, ma è una speciale attitudine a cui dovremmo allenarci tutti per vedere anche le cose negative della vita sotto una prospettiva positiva e ottimistica.
Prove di essere un autore in grado di toccare anche le corde dell’anima più intime e profonde ce ne ha date a bizzeffe in questi anni, “ Mentre Dormi ”ne è l’esempio lampante e continua ad essere uno dei capolavori più apprezzati. Con “ Cara Valentina” parte un divertente siparietto in cui il pubblico continua a cantare anche a musica finita il ritornello, per almeno quattro volte. Mentre è con “Sotto Casa” che la serata raggiunge il picco di entusiasmo. Entra in scena un personaggio vestito da uomo di chiesa, un cardinale in veste rossa, che dispensa benedizioni al pubblico con aria di rimprovero, ma che poi non può fare a meno di scatenarsi anche lui sulle note della musica di Gazzè.

Dopo i ringraziamenti l’ultimo brano “Comunque Vada” a concludere la serata. Questa sera si replica e anche se l’evento è sold out, vi capitasse l’occasione di reperire i biglietti all’ultimo momento, vi consiglio fortemente di coglierla al volo.

Marta Croce | Foto: Danilo D’Auria

Setlist:

• Mille volte ancora
• Megabytes
• I tuoi maledettissimi impegni
• Il timido ubriaco
• Il solito sesso
• Su un ciliegio esterno
• Nulla
• Ti sembra normale
• Cara Valentina
• La favola di Adamo ed Eva
• Sul fiume
• Raduni ovali
• L’uomo più furbo
• Edera
• L’amore non esiste
(Fabi Silvestri Gazzè cover)
• Questo forte silenzio
• Mentre dormi
• La vita com’è
Encore:
• Il bagliore dato a questo sole
• Sirio è sparita
• L’eremita
• Vento d’estate
• Sotto casa
• Una musica può fare
• Verso un altro immenso cielo
Encore 2:
• Comunque vada

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.