News

Disturbed: riconoscimento “al platino” in Australia

I Disturbed ricevono una targa di platino per l’album “Immortalized” e due per la cover di “The Sound Of Silence”

In Italia sono conosciuti per lo più, e oltretutto recentemente, per la cover di “The Sound Of Silence” di Simon e Gurfunkel, eppure nel resto del mondo i Disturbed sono molto acclamati e soprattutto apprezzati.

A prova di ciò, il riconoscimento che la band ha ottenuto in Australia, durante una sosta a Sidney, dove il gruppo è stato omaggiato con alcune targhe di platino da parte dei rappresentanti australiani della Warner Bros., per il raggiungimento di un nuovo traguardo nelle vendite.

Prima del concerto a Sidney, i Disturbed hanno ricevuto una targa di platino per l’album “Immortalized” mentre ben due placche per “The Sound Of Silence”, e hanno in seguito condiviso questo momento con i propri ammiratori. Non solo, sembra inoltre che il frontman David Draiman sia sceso dal palco per conoscere di persona una fortunata fan in prima fila.

La donna, una 55enne di nome Adele ha avuto l’occasione di conoscere Draiman in quanto il concerto era un regalo di compleanno anticipato, ma non era ancora riuscita a comperare il nuovo album del gruppo poichè già sold out.

Tornando sul palco, il cantante ha così dichiarato: ” Si dice che il rock è morto, giusto? Ma qui abbiamo una nuova fan, un po’ anziana, che ha mosso il culo per venire qui.

In un’epoca in cui la gente non compra più dischi – ha continuato Draiman – ne stiamo vendendo una tonnellata. Che ne direste se ci prendessimo una pausa? Perchè finché voi ragazzi continuerete a fare queste affermazioni così incredibilmente potenti al mondo, finché avrete questa passione, questo amore, il rock and roll vivrà per sempre.” Un’affermazione toccante che ha catapultato in seguito il pubblico nell’esibizione di “Voices”.

I Disturbed, per la fine di quest’anno completeranno il tour in Australia e Nuova Zelanda, e dopo le festività saranno pronti per riprendere la tournée all’inizio di gennaio in UK, e in Europa a febbraio.

Sabrina Spagnoli

Autore

Sabrina Spagnoli

Sabrina Spagnoli