News

AlogiA Headliner al Fosar Festival 2015

Arena Alpe Adria (Lignano Sabbiadoro) il 19-20-21 Giugno

FOSAR (Free Open Space Art Rock) è il festival di Musica e Arti Indipendenti nato, da un’idea di Pasquale Pietro Neri, come una variante sperimentale del progetto madre La Place des Artistes, ed è stato sviluppato da un gruppo di artisti, nelle edizioni passate, in varie parti d’Italia.

Il progetto è nato nel Nordest – esattamente in Friuli – per essere il portavoce e il luogo di tutti gli artisti, musicisti o altri creativi che non si identificano negli abituali concetti artistici mainstream.

L’obiettivo è: dare spazio alle nuove generazioni e fornire loro il supporto necessario; una sorta di polmone per le più interessanti iniziative di arte, musica e cultura in generale.

La creatività deve seguire il corso dei tempi e all’interno di questo festival è possibile collegare il mondo della creatività con il mondo degli appassionati, con cultori di ricerche e di collezionismo storico. Il nuovo non esclude il vecchio, e questa filosofia di mettere insieme più fattori, anche quelli più improbabili, è una caratteristica di questo festival/progetto.

Le nuove tendenze, indicano che tutte le discipline culturali fino ad oggi conosciute, stanno vivendo un momento di cambiamento epocale; i nuovi sistemi distributivi e promozionali permettono anche al singolo artista di creare, promuovere e sviluppare concetti espressivi fino a poco tempo fa impensabili, e in questo mondo creativo espressivo e multiforme si possono inserire tutte le discipline conosciute: Musica, Arti Visive, Letteratura, Teatro, Danza, Poesia, Arti Grafiche e Video.

Nuove tecniche, materiali e tecnologie futuristiche offrono sia all’artista che all’appassionato possibilità di allargare gli orizzonti sia in campo sperimentale che conoscitivo. I nuovi sistemi di comunicazione e il digitale permettono nuove possibilità di interscambio e di allargamento delle informazioni in tempo reale e questo segno dei tempi impone due grandi scelte:

  1. La necessità per gli artisti, operatori, produttori, sviluppatori di progetti di saper leggere e capire quello che sarà il futuro del sistema e di essere in grado di saperlo interpretare al meglio
  2. La necessità di non perdere e coltivare quello che la storia ci ha lasciato come patrimonio artistico-Culturale

Il Progetto FOSAR si distacca dall’idea di Festival tradizionale e si propone di mettere insieme tutti questi concetti e renderli operativi al suo interno; quindi seguendone le linee interpretative, il progetto si può inserire nei sistemi progettuali all’avanguardia che riusciranno a collegare il mondo culturale del passato, presente e futuro.

L’importante direzione artistica di Pasquale Neri, storico musicista Italiano, garantisce al progetto una produzione di assoluto livello, sia dal punto di vista artistico che produttivo, e dà al progetto tutte le possibili direttive per portarlo vicino ai Festival di portata Europea.

LE BAND

L’Arena Alpe Adria è la straordinaria location deputata ad accogliere le Band che saranno protagoniste di una eccezionale manifestazione musicale:

AlogiA: In attività dal 2000, acclamati tra le più grandi metal band dell’area Balcanica, gli AlogiA hanno di recente dato alle stampe il sesto lavoro su CD, Elegia Balcanica.

L’album fa seguito: ai lavori in studio in lingua Serba

Racconti del Tempo (Priče o vremenu), 2002

Racconti di Vita (Priče o životu), 2004

Racconti di Sogni (Priče o snovima), 2012; e

– all’album in lingua Inglese ‘Secret Sphere of Arts’ (2005); e

– al CD Live del 2006: Storie del Tempo e della Vita (Priče o vremenu i životu), uscito anche in DVD, l’anno successivo).

Nonostante la prolifica attività in studio – che ha goduto di eccezionali riscontri di vendita (i più alti in Serbia per una metal band) e di critica (entusiastici consensi che hanno contribuito a far conoscere il nome della Band anche al di fuori dei patri confini) – gli AlogiA sono noti per l’intensa attività Live, che li ha portati a suonare di fronte ad un pubblico vastissimo, sia in qualità di supporters di nomi di spicco quali: Whitesnake, Apocalyptica, Savatage etc. e anche come ospiti di prestigiosi Festivals (Hendrix Fest, MetalDays, Exit Festival, Beer Fest) e talora come headliners.

Gli AlogiA prendono vita per volontà dei fratelli Miroslaw e Srdjan Brankovic, entrambi alle chitarre (e principali songwriters) a cui si aggiunge, sin quasi dagli inizi, Nikola Mijic, all’epoca vincitore del più importante concorso canoro nazionale.

Completano, ad oggi, la formazione: Vladimir Ranisavljevic al basso, Vladimir Djedovic al basso, Srdjan Golubica alla batteria.

Expedition Delta: Supergruppo Internazionale, nato nel 2008 dalla mente creativa di Srdjan Brankovic che è riuscita a coinvolgere nel progetto artisti del livello di Gary Wehrkamp (Shadow Gallery), Andrea De Paoli (Labyrinth, Vision Divine), Alex Argento (Orianthi), Joost Van Der Broek (Ayreon, After Forever), Torsten Rohre (Silent Force) Erik Norlander (Ayreon, Lana Lane), Sabine Edelsbacher (Edensbridge), Richard Andersson (Space Odissey, Time Requiem), Santiago Dobles (Aghora), Borislav Mitic, Rene Merkelbach (Ayreon), Mikkel Henderson (Fate, Evill Masquerade, Circus Mind), Saska Jankovic, Vivien Lalu, Milos Kovacevic e molti altri (membri AlogiA in primis).

Il nuovo album, in preparazione in questi mesi, si arricchirà inoltre di nuove straordinarie collaborazioni fra cui, già confermate, quelle con Bobby Koelble (Death) e Nicola Di Già (Banco del Mutuo Soccorso).

EstWind: Metal band Slovena, formatasi nel 2010.

La loro musica, difficilmente potrebbe essere indicata come classic heavy metal per via delle sperimentazioni più progressive e l’inserimenti di riff guitar trash. Le canzoni sono influenzate da gruppi come Iron Maiden, Anthrax, Mettalica, Ozzy, Black Sabbath ecc.

Hanno suonato nei festival nazionali ed internazionali. E di recente hanno concluso e firmato un deal con un’importante casa discografica: la Dallas Records, a cui si deve l’uscita dell’album di debutto che porta il nome di “Out of Control”, disponibile sia in versione digitale (I-tunes, Amazon) che fisica attraverso i consueti canali di vendita e, soprattutto, ai loro numerosi concerti.

Bluerose: Nascono nel 2006 dall’idea di Riccardo Scaramelli (voce, chitarra, piano). Nel 2009 le strade di Riccardo e Cristiano Primosi, batterista e co-arrangiatore, si intrecciano e si decide di portare avanti un vero e proprio prodotto discografico di undici canzoni inedite.

Fallen from Heaven (2011) il loro primo Album stile Rock-AOR, viene autoprodotto dai due musicisti con l’ausilio di Guido Lucchese (basso) e Giuliano Soranno (chitarra). Il risultato del loro lavoro è un concept album che narra, attraverso 10 canzoni, la storia dell’angelo Bluerose caduto sulla terra e dei sentimenti che prova nel corso del suo cammino.

All’inizio del 2012 la band sigla un contratto discografico con Areasonica Records e con l’editore Blue Tattoo Music, distribuzione Andromeda Dischi.

Nel 2013 esce Darkness and Light, secondo lavoro della band che la porta su territori più heavy e prog. Il singolo che dà il titolo all’ album è preceduto dal videoclip filmato nel cimitero monumentale della Certosa di Bologna per la regia di Carlo Strata (Gemelli Diversi, Vasco Rossi…etc.).

L’album viene accolto in maniera ottimale dalla critica italiana ed estera.

Ora il quartetto è al lavoro sul terzo album.

Rearth: Sono una band prog/rock/metal nata a Udine da un’idea di Fabio Tomasino (chitarre) e Simone Paoloni (voce).

Il duo, dopo aver militato per qualche anno in una thrash-metal band locale, decide di intraprendere un progetto parallelo più personale cercando di non porsi limiti stilistici e miscelando vari generi musicali. L’obiettivo principale è quello di esaltare con la musica le emozioni dei testi e viceversa, smembrando la composizione classica delle canzoni.

Completano la formazione: Edy Di Lenardo (chitarre), Giulio Cervi (batteria) e Denis Baselli al basso.

Nel 2011 rilasciano il demo Pure and Simple, registrato, mixato e masterizzato da Fabio Tomasino (artwork ad opera di Simone Paoloni).

Nel 2013 vede la luce il loro primo album autoprodotto For my dreams I fall, e con la pubblicazione dell’album entrano ufficialmente a far parte del gruppo: Jacopo Novello (basso), Sara Rainone (voci) ed Emanuele Stefanutti (batteria).

Stand of Mind: La storia degli Stand Of Mind è cominciata nel 2011 quando la band ha trovato una vera identità. Rapito da un vortice di note, accordi e versi, Loris Lorenzon (guitars) si è avvicinato agli altri membri del gruppo, che ben presto han voluto non più limitarsi a suonare covers, ma spingersi oltre, creando e componendo la propria musica rock e metal. Il genere non è estremo, ma caratterizzato, nelle loro canzoni, da continui cambi ritmici. Nell’autunno del 2011 esordiscono nel panorama musicale udinese. Nel 2012, dopo aver riscosso un discreto successo ed essersi fatti avanti nella scena rock-metal friulana esibendosi in vari locali e manifestazioni, incidono un primo demo con 4 tracce.

L’anno successivo decidono di tornare in sala di registrazione e fare le cose più seriamente e nell’autunno del 2013 completano il loro primo EP con 7 nuovi brani, dal titolo The Puddle, che riceve ottime critiche e del quale escono delle recensioni su alcune riviste del settore (Metalmaniac e Italia di Metallo) Attualmente continuano ad esibirsi in Friuli e hanno in progetto un nuovo EP con tracce nuove e brani rivisitati.

Warfare: Nascono a Udine nel 2007, dall’unione di componenti provenienti da diverse esperienze musicali. Nel 2009 esce un primo CD The Revenge che riscuote un ottimo riscontro di pubblico e critica, che li porta a suonare in apertura per gli Extrema. Nel Dicembre 2011 la band ritorna in studio per registrare il secondo capitolo, l’EP Drops of Cold Flowing. Il CD rappresenta lo stile della band, il Neoclassical Groove Metal, un metal moderno influenzato dalle melodie della musica classica. Nel 2014 la band vince un concorso che li porta ad essere il gruppo di apertura per i Down di Phil Anselmo e a suonare davanti a migliaia di persone.

Novalisi: Alternative – Post Rock band. Il progetto nasce nel Giugno 2009 e nel 2012 esce il concept album sulla solitudine Per Versi Soli, primo disco ufficiale della band che ha all’attivo più di cento date e negli anni ha aperto ai concerti di Meganoidi, Diaframma, The Niro, Airway, Fuzz Orchestra etc.

Le sonorità del 2014, con l’aggiunta del quarto componente, spaziano attraverso forme diverse di intenzione musicale da cui provengono, affacciandosi di più a post rock e shoegaze come attitudine Sonora, ma sempre contraddistinte da matrice rock e dirette al lato emozionale, all’intensità e al contenuto del messaggio proposto.

Altri protagonisti di questo imperdibile evento saranno:

Blues Factory Power Trio: l’espressione e l’intensità del grande Blues Rock.

Chiara D’Andrea, che oltre a presentare il suo nuovo CD Sconfinando sarà anche la presentatrice ufficiale dell’intera manifestazione.

Superjamband: che presenteranno il proprio repertorio Rock/Pop.

Painting Noise on the Ground: Alternative Rock da Udine.

Poeta ufficiale della Manifestazione sarà: Tarcisio Pajer.

Altri artisti che arricchiscono il bill sono:

Elbow Strike, Hadeon, Simply The Blues, Paper Rose, Calibro Delirio, The Gentlemen, Mazza, Vladimiro Lunardon, Roberto Lando, Manuela Mancini, Elena Uliana, Elisabeth Scussolin, Stefania Sacenti, Giuseppe Innocenti, Ibrahim Al Kali, Katiuscia Filippone, Manuela Moretto, Angela Bonin, Renzo Ravagna, Rita Pierangelo, Rosalba Cacciavillani, Wilfred, Zabier Lan, Zabier Margarita, Faber Zanetti, Gruppo Artistico Indipendente, Maria Regina Rossetto, Rosalba Carletta, Rita Bucco, Renzo Ravagna, Eleonora Bullo, Aurora Gorella, Paolo Ziliotto, Tarcisio Pajer…

Straordinario e insostituibile partner dell’evento sarà… l’UNICEF!

Il ricavato degli ingressi (venduti al costo simbolico di 5,00 € per un biglietto valido tutte e 3 le giornate) sarà devoluto alla Campagna di aiuti al Nepal che l’UNICEF sta portando avanti con grande impegno e dedizione.

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.