Generation News Recensioni

Alfio Antico: “Antico”

Dopo ben sei album all’attivo e una miriade di collaborazioni illustri, Alfio Antico, uno dei maggiori rivoluzionari al mondo nell’uso della tammorra, torna con un disco, dal titolo “Antico”

DISCO: ANTICO
ARTISTA: ALFIO ANTICO
LABEL: ORIGINE REGISTRAZIONI/BELIEVE DIGITAL
ANNO: 2016

Dopo ben sei album all’attivo e una miriade di collaborazioni illustri, Alfio Antico, uno dei maggiori rivoluzionari al mondo nell’uso della tammorra, torna con un disco, dal titolo “Antico”, in cui il connubio tra tradizione popolare, storia e contemporaneità, è riuscitissimo e definitivo.

Prodotto da Colapesce e Mario Conte, per questo nuovo lavoro del suonatore di tamburo a cornice di Lentini, nel siracusano, si fatica a trovare una ed una sola catalogazione e definizione, tanto sono più che riuscite le altissime e molteplici ambizioni che questo disco si prefiggeva. Nel corso di queste undici tracce pertanto, è tanto naturale quanto allo stesso tempo particolare ed a tratti ermetico, lasciarsi trasportare da un viaggio sonoro intriso di storia e tradizione, composto da una filastrocca popolare e delicata poi improvvisamente distorta e rockeggiante, fino ad un canto tribale apparentemente tradizionale e poi squarciato meravigliosamente dall’attualità dell’avvento di un sintetizzatore e di una chitarra elettrica.

Alla soglia dei sessant’anni Alfio Antico si rivela quindi un mattatore e uno sperimentatore del suono più di molti suoi giovani colleghi indie o presunti tali, dimostrando di essere perfettamente in grado di riportare una tradizione orale cantata, meravigliosa e fascinosamente acaica, coniugandola con un’espressione sonora propria dei giorni nostri, che né la svilisce né la squalifica, ma al contrario, le dona, se possibile, ancora più magia.

Impresa artistico – sonora – culturale di certo non facile, che solo uno dalla cultura come quella di Alfio Antico poteva riuscire a portare a termine pur mantenendo intatte credibilità, eterogeneità e purezza.

“Antico” è un disco che si connota proprio la sua importanza storico – musicale di cui si impregna in questo preciso periodo discografico, all’interno del quale risplende di luce propria e si differenzia, e di cui fruitori trasversali, dai meno giovani ai giovanissimi, in particolare, non dovrebbero privarsi per incrementare la propria formazione musicale.

Francesca Amodio

TRACKLIST:

  • Tra li muntagni
  • Storii di pisci
  • Anima
  • Venditori ambulanti
  • Pirchi
  • Lu vermi
  • La rosa
  • Ma guarda guarda
  • Indovinelli
  • Ninna nanna del caprone
  • Diceva me matri

 

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.