News

9 maggio Vicenza Jazz, It’s Always Night

Tony Allen, Daddy G (Massive Attack), Baba Sissoko, Dj Khalab…

Dall’elettronica al funk dal trip hop all’afrobeat, in un’alternanza di richiami all’estetica afroamericana. “It’s Always Night”, il 9 maggio è la grande notte di Vicenza: suoni e immagini che ricongiungono tutti coloro che vorranno connettersi con i suoni ancestrali delle origini, delle radici, dell’oscurità, potranno farlo in Piazza dei Signori con tre proposte originali pensate dalla direzione artistica di Vicenza Jazz con il contributo di L B L. Un tragitto che parte dall’Africa, attraversa l’Europa, fino a raggiungere le tenebrose nebbie di Bristol.

Linguaggi e riferimenti culturali differenti ma che hanno nel jazz una comune radice, e nell’estetica afroamericana il loro punto di convergenza: Tony Allen, Daddy G (Massive Attack), Baba Sissoko, Dj Khalab. Questa importante tappa del festival aprirà quindi a una narrazione progressiva che guarda al Continente Nero, alla sua genesi musicale e a quelle che sono le evoluzioni più consapevoli del linguaggio originario: quello che dal buio si muove verso la luce, e quello che nella luce trova gli indizi per un percorso a ritroso. Un modo per raccontare in sinestesia mondi musicali apparentemente distanti.

Tony Allen è il punto di partenza ideale di questo percorso. Artista di confine e apripista fondamentale per tutta la musica africana di nuova generazione. Oltre che con mostri sacri come Fela Kuti, ha collaborato anche con artisti provenienti dal mondo dell’elettronica, dai Groove Armada agli Air fino ad incontrare le nuove tendenze sperimentali di Damon Albarn.

Con Dj Khalab e Baba Sissoko invece, la narrazione si muove verso il punto d’incontro più sciamanico, due opposti che si attraggono. Da un lato un autentico pilastro della musica griot contemporanea, un maestro della parola, depositario della secolare tradizione mandingo. Dall’altro il misterioso Dj Khalab, che tra i primi in Europa ha percorso il sentiero che unisce l’ancestralità ritmica con la cultura urbana e le sue infinite derive digitali.

Il nome di Daddy G infine, è un altro passaggio leggendario: coi suoi Massive Attack ha riscritto gli equilibri della musica, rendendo Bristol ed il suo sound un modello di rielaborazione universalmente riconosciuto per aver metabolizzato la spiritualità della tradizione africana ed averla ricontestualizzata come nessun’altro nei luoghi e nella cultura del clubbing, che è scura e crepuscolare per sua stessa natura.

“It’s Always Night”: il trait d’union tra gli artisti sarà dato dalla presenza di un concept video, fatto di video mapping e proiezioni, un nuovo design scenografico che valorizzerà ulteriormente l’aspetto narrativo della serata. Elaborazioni visive comprimarie alla musica, sviluppate anch’esse live, in sinergia con le dinamiche del suono, in relazione ai suoi colori e all’assenza di essi.

Fonte: LBL

Autore

Qube Music

Qube Music

La WEBZINE dedicata alla MUSICA, frutto di sinergie tra editori, giornalisti del settore discografico, media e radio, che propone servizi punto di riferimento per la diffusione di contenuti musicali.